Storia del rally di Germania

Il prossimo weekend il circus del campionato del mondo di rally si sposta in Germania per l’ADAC Rally Deutschland, una gara dalla tradizione molto recente. La Germania  è infatti entrata a far parte del WRC nel 2002 scalzando quell’anno il Portogallo.

Il percorso di gara si snoda intorno alla città di Treviri, ed è corso su strade esclusivamente asfaltate.  Immerso tra i vigneti e caratterizzato da speciali molto tecniche e dalle continue variazioni di ritmo, si tratta di una gara che ha fatto sempre vittime illustri e riservato sorprese. Un esempio illustre? La gara del 2014.

L’albo d’oro del Rally di Germania parla soprattutto di un pilota: Sebastien Loeb. Il Cannibale ha sempre vinto dal 2002 al 2012 fatto eccezione del 2009 poiché la gara non venne disputata per l’allora rotazione delle gare del WRC. Eccezione per il 2011 dove a trionfare è stato Ogier.

Trionfi dal 2002 al 2006 a bordo di Citroen Xsara, dal 2007 al 2010 alla guida di Citroen C4 e nel 2011 e 2012 a bordo di Citroen DS3.
Citroen mantiene il dominio tedesco anche l’anno successivo con la vittoria però di Daniel Sordo.

Nel 2014 diventa appuntamento amico per la Hyundai la quale fa registrare una bella doppietta l’anno 2014 con la incredibile vittoria di Neuville seguito da Sordo.Una gara dove le Volkswagen si autoescludono e regalano la prima gioia alla i20.

Una gara che sembrava maledetta per Volkswagen che era riuscita a vincere in ogni parte del mondo tranne a casa propria. Fino al 2015 e alla straordinaria tripletta.

 

La scorsa stagione è stato Ogier con POLO WRC davanti ad un ottimo Sordo a trionfare dopo un lungo digiuno che era cominciato subito dopo il Rally di Svezia, secondo appuntamento stagionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *