WRC - Arriva il Rally Italia Sardegna Historic

Quello che inizialmente era solo un rumors se trasformato in realtà, si svolgerà dal 9 al 11 giugno la prima edizione del RIS Historic

 

Sarà una gara vera e propria, una sfida contro il cronometro il Rally della Sardegna Historic: prove speciali e controlli orari lungo gli sterrati della Sardegna, e parco assistenza ad Alghero, all’inseguimento della prestazione che consacrerà il vincitore della prima edizione della competizione organizzata da ACI Nuoro nell’ambito del Rally Italia Sardegna 2016, la prova italiana di Campionato del Mondo Rally della FIA.
La gara non è però non sarà aperta a tutti, infatti saranno solo venti i concorrenti che potranno prenderne parte con vetture che hanno contraddistinto la storia della disciplina sportiva.

Il Rally della Sardegna Historic, inteso quale manifestazione sportiva collaterale al Mondiale e ad alto valore aggiunto grazie alla selezionata partecipazione, disputerà 7 prove speciali fra i due passaggi del Rally Italia Sardegna: la Ardara-Ozieri, la Tula, la Castelsardo e la Tergu-Osilo nella prima giornata venerdì 10 giugno; la Monti di Alà, la Coiluna-Loelle e la Monte Lerno nella seconda e conclusiva giornata per un totale di quasi 129 chilometri cronometrati a fronte di oltre 530 chilometri complessivi.
La competizione partirà giovedì 9 giugno dal podio di Alghero, poco prima del convoglio del Mondiale e, sebbene in parata, disputerà la SSS1 Ittiri Arena Show, per poi tornare ad Alghero. Il giorno successivo – venerdì – le venti auto in gara partiranno alle 10.30 da Alghero e vi ritorneranno alle 18.00. Nel secondo giorno di gara – sabato – partiranno alle 8.00 e torneranno ad Alghero alle 18.00 per il podio finale.

Fra le vetture in gara spiccano Lancia Stratos, 037, Delta Integrale e 4WD, Opel Ascona 400, Fiat 131 Abarth, Audi Quattro, Subaru Legacy, Ford Escort RS, Alfa Romeo Alfetta Gtv … insomma la summa delle vetture da rally degli Anni Settanta e Ottanta per un palcoscenico di attori e attrici protagonisti di prim’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *