Colpo Basso al Campionato Italiano Rally

Giandomenico Basso

Se c’era qualcosa da aspettarsi (e da sperare) dalla 44° edizione del Rally di San Marino è che il campionato italiano rally tornasse a dirci qualcosa e (per fortuna), ora che la gara è finita, di cose da dirci ne ha eccome. C’ha pensato l’uomo meno atteso, Giandomenico Basso.

Non pensate male. Non era tra i più attesi non per mancanza di classe, talento o possibilità tecniche.

Si pensava ad altri a causa della gara su un fondo non troppo congeniale al pilota trevigiano (la terra l’ha sempre digerita a singhiozzo), ad una flotta di avversari “terraioli” nutrita ed agguerrita e per una sbagliata abitudine a pensare più ad altri che ad un pilota che sbaglia poco ed è sempre la davanti ma che ha dalla sua parte il “difetto” di non risultare troppo appariscente, fuori e dentro la sua Ford Fiesta.

E invece Giando ha sfoderato la gara perfetta.

Rapido, pulito e con la freddezza del campione ha messo dietro tutti, portando a casa la gara e riconsegnando il campionato in mano agli appassionati. Martellando fin da subito in Gara 1 e lavorando ai fianchi gli avversari in Gara 2. Due giornate dai volti diversi ma dallo stesso e perentorio risultato finale.

Ora questo CIR se lo possono giocare in tre e possiamo stare certi che lo faranno. I temi per guardare con curiosità verso il Friuli a fine agosto ora sono molti molti di più nonostante non ci sia più terra all’orizzonte e c’è di che essere felici.

Il colpo è Basso sul serio. E smettiamola di dimenticarci sempre di lui prima di ogni gara, potrebbe diventare il colpo più basso di sempre.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *