Regolamento C.I.R. 2017: tra qualche ritocco e i soliti dubbi

logo CIR

Cambiamenti non sostanziali per il Regolamento del Campionato Italiano Rally 2017. Gli organizzatori hanno mantenuto le linee guida del 2016, accogliendo però alcune obiezioni fatte dagli equipaggi durante la stagione.

Cambiamenti più importanti nel regolamento del C.I.R.

Modificata la regola sull’Ordine di partenza sulla falsariga del WRC: la prima tappa si parte per ordine di classifica di campionato (al Ciocco aprirà Basso per effetto del risultato finale della scorsa stagione), mentre per la seconda tappa si ritornerà all’ordine di partenza per classifica maturata al termine della prima tappa. I ritirati nella prima tappa saranno “opportunamente riposizionati” dal Direttore di Gara.

Aumentano i chilometri di gara, grande lamentela da parte di tutti i protagonisti della scorsa stagione. Aggiunti 20 km cronometrati in più per ogni gara quindi 170 km per un rally su asfalto e di 130 km per un rally su fondo sterrato.

Pneumatici: il numero massimo di pneumatici da poter utilizzare, per i rally su asfalti, saranno 16, però nella seconda tappa se ne potranno punzonare solamente 8; si potranno però riutilizzare anche quelli punzonati nella prima tappa. Questi limiti nei rally su terra scendono a 12 di cui 6 punzonabili nella seconda tappa.

Regolamento Campionato Italiano Rally assoluto

Mantenuta la formula a due tappe distinte e possibilità di rientrare tra le due gare in caso di ritiro. 8 gare e coefficiente maggiorato ad 1,5 per il Due Valli e il Salento. L’iscrizione al CIR assoluta è obbligatoria entro la terza gara e non retroattiva. Come nel 2016 i punti vanno ai primi dieci di ogni tappa e sono 7,5 al primo e a seguire 6/5/4/3/2,5/2/1,5/1/0,5. La novità è l’inserimento di un punteggio aggiuntivo per i primi  tre classificati della classifica generale. I punti (3,2,1) sono sensibili al coefficiente quindi al Salento e al Due Valli diventano 4,5, 3 e 1,5. A fine anno, per la classifica finale del CIR assoluto, si conteggeranno le migliori 14 tappe (sulle 16 disputate quindi) a cui si sommeranno TUTTI i punteggi bonus ottenuti (quindi fino a 8 punteggi).

Regolamento Campionato Italiano Rally 2 ruote motrici

Aperto a tutti coloro che conducono vetture a 2 ruote motrici, ad esclusione del neonato RGT. La novità principale è rappresentata dal fatto che diventano validi tutto gli 8 rally del Campionato Italiano senza l’applicazione di coefficienti. La classifica finale sarà redatta sulla base delle 10 migliori tappe di ogni equipaggio quindi partecipare a tutte le gare diventa piuttosto conveniente potendo scartare 6 tappe.

Regolamento Campionato Italiano Rally Junior

Valido solo per sei gare (saltano Ciocco e Salento) e non prevede coefficienti maggiorativi. Valido per i ragazzi nati dopo il 31 dicembre 1990 quindi si parla di fatto di Under 26.

Regolamento Campionato Italiano Costruttori/Costruttori Due Ruote Motrici

Tutto invariato rispetto alla stagione 2016: obbligo d’iscrizione, tutte le gare valide (comprese il coeff. maggiorativo) e si danno punti alla migliore vettura della Marca se classificata nei primi dieci: nel caso un conduttore nato dopo il 31 dicembre 1990 arrivi nella top ten, porta punteggio come seconda vettura.

Regolamento Campionato Italiano RGT

Novità inserita nel 2017 . Saranno 7 gli appuntamenti di questo campionato (salta il  San Marino). Classifica fra le RGT ad ogni rally, con la classifica finale che terrà conto delle migliori 12 tappe (sulle 14 complessive). Anche in questo caso nè coefficienti e nè punteggi bonus.

Regolamento Coppe ACI-Sport

Le Coppe Aci-Sport, senza l’obbligo dell’iscrizione, saranno: Gruppo N, Classe R2B, Classe R3, Femminile e Scuderie. Ci sarà anche la Coppa “Junior Due Ruote motrici” che nel 2016 è stata dedicata, agli Under 25 iscritti al Due Ruote motrici. Tutti i rally validi, con la classifica finale che si baserà sulle migliori 14 tappe.

Regolamento Trofeo Italia Rally Asfalto

Prende in considerazione le 6 gare del campionato italiano rally che si corrono su fondo in asfalto. Per iscriversi è necessario non aver preso vinto una gara del CIR ne avere priorità FIA. ACI Sport si riserva di poter derogare sui criteri d’iscrizione, ma è stata aggiunta la postilla che i conduttori si potranno iscrivere al TRA “soltanto se iscritti preventivamente al CIR Assoluto.” La classifica finale verrà composta in base alle 10 migliori tappe di ogni equipaggio.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *