Federico Grilli: "Montecarlo è stato un sogno finalmente avverato"

panzani grilli

Federico Grilli, navigatore di rally italiano nato il 24 ottobre 1985. Nel suo palmares spiccano i grandi risultati ottenuti soprattutto con l’ amico Luca Panzani, con il quale ha vinto il trofeo Renault Clio R3T Trophy al Rally di Montecarlo contro piloti di tutto rispetto, anche se ha ottenuto ottimi piazzamenti anche con altri drivers quali Michele Coriglie e Giovanni Passerelli.

Quali sono le origini della tua passione per i Rally?

Nasce tutto per “colpa” di mio zio che fin da piccolo mi portava a vedere i rally e poi successivamente nelle assistenze ove lui faceva da sponsor e da meccanico ad un pilota della zona.

Raccontaci la tua stagione 2016.

L’anno scorso ci siamo divertiti molto ho iniziato a correre con un pilota molto forte, il siciliano Michele Coriglie, con il quale ho instaurato un ottimo feeling e ho fatto 4 gare con ottimi risultati… poi ho seguito Luca Panzani come ricognitore nel supercorso e in qualche altra garetta su terra…comunque un ottima annata con ottimi riscontri.

Sogno nel cassetto?

Fare del mio hobby un lavoro e poi partecipare ad una gara mondiale, il secondo sogno l’ ho raggiunto a Gennaio ed è stato fantastico.

Abbiamo visto che a Gennaio hai navigato Luca Panzani nel celebre Rally Di Montecarlo, cosa ci racconti a proposito?c ome avete gestito la tattica di gara? La Clio come si è comportata?

Uno dei due sogni avverati… bellissimo partecipare da ufficiale nella gara più prestigiosa al mondo al fianco di un pilota ma soprattutto amico come Luca che non ha eguali…è stato fantastico…poi abbiamo anche vinto il trofeo ed è stata la ciliegina sulla torta.Tattica bella parola.. abbiamo cercato di tenere alto il ritmo sin dall’ inizio…dispiace non aver affrontato la prima prova ove avevamo azzeccato le gomme giuste ma per giusta causa è stata annullata…comunque non pensavamo di essere al passo degli altri perchè non avevamo nessuna esperienza su certi tipi di fondo non avendo effettuato nessun tipo di test e non sapendo la reazioni della macchina e delle gomme… comunque Luca e stato un grande in tutto e per tutto…. con la speranza che qualcuno lo veda e lo aiuti nel suo cammino….la clio perfetta nessun problema un mulo….. al top.

Cosa ci vuole e come si prepara una gara di livello mondiale come il Rallye Di Montecarlo? Quali sono le sensazioni nel fare il celebre rally Monegasco?E i costi?

Bella domanda… intanto ci vuole una buona preparazione mentale e fisica.. un ottimo affiatamento con il pilota e con tutto il team ricognitori e tutte le persone che ci circondano,le sensazioni sono bellissime,indescrivibilii, i costi essendo ufficiali erano a zero. Davvero una bella esperienza.

Terra o asfalto?

Entrambi.

Descrivi i ‘Rally’ con 5 parole.

Adrenalina, emozione, concentrazione, rischio e paura.

Quai sono i ruoli di un navigatore oltre quello di ‘navigare’?

Preparazione di una gara dalla a alla z, logistica, preparazione note… oltre a dover curare le relazioni con team e meccanici… preparazione mentale del pilota …

Programmi per questo 2017? Dove ti vedremo correre?

Per ora è ancora tutto in fase di definizione, posso solo dirti che correrò al Rally Del Ciocco con la 207 S2000 della Balbosca gommata Hankook, ovviamente al fianco di Luca, nell’ attesa magari di qualche aiuto proveniente dalla federazione.

Grazie per aver risposto a queste domande, a presto!

Grazie a te di tutto, continuate a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *