WRC: Lappi in rampa di lancio dal Portogallo

lappi portogallo

Ve lo avevamo annunciato nelle prime ore del mattino ed ora è ufficiale: dal Rally di Portogallo anche Esapekka Lappi sarà al via del WRC sulla Yaris WRC. A darne conferma è lo stesso team nippo finlandese Gazoo Racing attraverso un comunicato ufficiale.

Queste le dichiarazioni del pilota che inizialmente non aveva gradito la retrocessione per far spazio all’arrivo di Jari-Matti Latvala ma che ha saputo continuare nel suo ruolo di sviluppatore fino a conquistarsi la terza vettura.

Questo è il momento per cui ho lavorato per tutta la mia vita: si tratta di una straordinaria opportunità di guidare una World Rally Car e sono così felice. Ho incontrato Tommi e il signor Toyoda al Rally di Finlandia nel 2014, solo per un saluto, ma non avevo idea che sarei finito a guidare per loro! Non ho fatto molti test con la Yaris WRC quindi ho bisogno di costruire la mia esperienza in quanto è un grande passo dalle R5. Per Janne anche, ci sarà molto da abituarsi, con il ritmo delle note che si fa molto più veloce! Ma passo dopo passo saremo andremo ad imparare insieme. Il mio obiettivo è cercare di arrivare al traguardo dei rally, senza problemi. Cercando di portare a casa qualche punto alla casa

Soddisfatto anche il General Manager del team Tommi Makinen che non ha mai nascosto la stima per il pilota suo connazionale:

Esapekka è un pilota molto giovane e molto affamato, questo è certo, ma ovviamente non ha avuto tanto tempo per provare la vettura prima del suo primo rally. So che lui farà del suo meglio, e l’obiettivo per lui è personalmente lo stesso che l’obiettivo per tutta la squadra: ha bisogno di finire il rally e raccogliere quante più informazioni possibili. C’è ancora un sacco di progressi che possiamo fare con la nostra auto. Naturalmente, si impara molto a testare da soli, ma si impara ancora di più dalla vera competizione contro tutti, ed è per questo che abbiamo preso questa decisione di far eseguire a Esapekka e Janne alcuni rally di quest’anno. Bisogna offrire questo tipo di occasioni ai giovani.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *