CIRT - Le voci dei protagonisti al termine del Rally in Costa Smeralda

Al termine della gara abbiamo raccolto le voci dei protagonisti della gara sarda, ecco le loro parole.

Giuseppe Dettori (vincitore della gara): “Il Rally Costa Smeralda per me è sempre una gara molto importante, la mia passione per i tally è nata proprio grazie al Costa. Abbiamo preparato molto bene questa gara,  sapevamo che nel primo giorno di prove bisognava fare la differenza perchè la prova da 15 km era veramente molto difficile, sopratutto per via dei passaggi notturni. Ci siamo concentrati al massimo per attaccare sulla Prugnola, ci siamo riusciti e abbiamo amministrato nella seconda giornata, e ti dico è stato molto più difficile amministrare, però siamo riusciti a portare a casa un grandissimo risultato”

Daniele Ceccoli (2° assoluto – 1° CIRT): Il nostro obbiettivo era quello di vincere la gara CIRT è ci siamo riusciti, purtroppo non è bastato per via del risultato dei nostri avversari. Adesso rimane solo il Val D’Orcia è vediamo cosa accadrà, purtroppo ieri sul primo giro abbiamo perso 30” che ci siamo portati dietro per tutta la gara se no potevamo giocarci l’assoluta, ma sottolineo la grande prova di Dettori

Luca Hoelbling (5° assoluto – 4° CIRT): Una due giorni sofferta con molti intoppi organizzativi che non hanno dato smalto a una bella gara, il percorso non è nelle mie corde infatti ho faticato molto, devo fare i complimenti ai miei avversari, portiamo a casa la macchina senza danni e adesso pensiamo al Val D’Orcia

Andrea Dalmazzini (3° assoluto – 2° CIRT): “Per noi è stato un risultato importantissimo, lottato fino all’ultima prova speciale, abbiamo lottato e faticato fino all’ultimo.  E’ stata una gara con prove difficili dove sbagliare era molto facile, però nello stesso tempo non potevamo andare troppo piano, una seconda posizione in ottica campionato è veramente molto utile. Ringrazio Pirelli e GB Motors per la macchina e Giacomo (Ciucci) che mi ha aiutato tanto




Nicolò Marchioro (4° assoluto – 3° CIRT): E’ stata una gara in salita per noi, forse in sottotono nella serata del venerdì, poi piano piano siamo sempre cresciuti prova dopo prova. Siamo quarti a soli 8” decimi dal terzo, un pò mi brucia, ma faccio i complimenti ad Andrea. Qui le prove sono sempre molto belle, impegnative, forse si poteva organizzare meglio, ci son stati ritardi esagerati, però tutto sommato è stata una bella gara

Pablo Biolghini: “Nella seconda giornata ci sono state condizioni migliori, rispetto alla prima, prove belle. Purtroppo abbiamo avuti un pò di problemi sulla Prugnola dove abbiamo perso 40”, poi abbiamo spinto e rimontato, abbiamo comunque portato a casa un risultato positivo.

Francesco Marrone: Siamo soddisfati della sesta piazza assoluta, in quanto conquistata all’ultima prova dopo una bella sfida con Pablo.  Un mio errore in partenza aveva fatto spegnere la macchina, facendomi perdere secondi preziosi nell’ultimo passaggio della San Giacomo. Nell’ultimo passaggio della Prugnola abbiamo spinto è tenuto una preziosa sesta piazza.

Giacomo Costenaro (6° CIRT): Nella giornata di venerdì le prove ci piacevano, purtroppo un’errore ci ha costretto al ritiro. Siamo tornati in gara col super-rally, abbiamo comunque dimostrato il nostro valore, siamo dispiaciuti perchè praticamente abbiamo detto addio alle possibilità di portare a casa il campionato, comunque siamo un minimo soddisfati per il secondo giorno di gara.

Giacomo Paone (1° classe A7): Ci siamo divertiti malgrado ritardi e quant’altro, peccato per Mario Murtas che era in classe con noi che nonostante ci abbia suonato in tutte le prove ha avuto dei problemi che lo han rallentato, mi spiace, ma per questa volta è andata cosi. Siamo contenti per la vittoria

Armando Ioratti (CAMPIONE ITALIANO 2 RM TERRA): La Sardegna è bellissima, prove stupende molto guidate, alla fine erano rotte. La prima volta assoluta in Sardegna, mi son divertito tanto.

Michele Liceri: E’ stato un sogno, prima gara su terra, seconda al volante….che dire so sognando!! Ringrazi Tore Mendola (navigatore) che è stato fondamentale. 




Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *