Rallycross, dopo il Germania, il team Peugeot sorride con Timmy Hansen 2°

Alla fine di un weekend movimentato, Timmy Hansen ritrova il sapore del podio conquistando un bel secondo posto a Estering (Germania), nell’11° impegno del Campionato del mondo FIA di Rallycross. Per Timmy Hansen questa corsa era diventata una sfida personale. L’ha raccolta con brio, vincendo in modo netto la seconda manche di qualifiche su questo circuito in cui non aveva mai vinto. Terzo alla fine delle qualifiche, lo Svedese è arrivato secondo nella finale ed è salito di nuovo sul podio dopo Mettet (4° appuntamento dell’anno), regalando alla PEUGEOT 208 WRX la nona presenza nella Top 3 in questa stagione.
Anche Kevin Hansen ha affrontato la corsa di Estering con un obiettivo chiaro: arrivare in finale al volante della PEUGEOT 208 WRX 2016. Ha vinto la sua scommessa, anzi era persino secondo in questa finale molto combattuta. Purtroppo la rottura di un elemento delle sospensioni gli ha impedito di concretizzare la sua formidabile prestazione. Diversamente dai compagni di squadra, Sébastien Loeb ha avuto un weekend horror. Le circostanze di gara non gli hanno permesso di sfruttare il potenziale della sua vettura e il suo weekend si è concluso prematuramente, prima della finale.

Andiamo ad analizzare le impressioni del team Peugeot dopo la gara tedesca cominciando dal boss, Kenneth Hansen:

Le nostre tre vetture hanno mostrato una bella velocità di punta in questo weekend, ma non sempre le circostanze hanno giocato a nostro favore. Sapevamo che in questo circuito sarebbe potuto succedere di tutto, la prima curva è abbastanza imprevedibile. Un concorrente ha spinto fuori Sébastien nel Q1. Dopo per lui è stato difficile rientrare a lottare. Invece, per Timmy e Kevin è andato tutto bene. Sapevamo che avremmo potuto avere tre vetture in finale. Proprio lì, Kevin e Timmy a un certo punto si sono trovati entrambi nella Top 3. Avevamo il potenziale per vincere in questo weekend e faremo il massimo perché succeda di nuovo a Cape Town, in Sudafrica, nell’ultima corsa.

Sentiamo uno sconsolato Sébastien Loeb:

Per me è stato davvero un weekend da dimenticare! Non sono riuscito ad esprimermi nemmeno in una manche. E’ molto frustrante. Mi sono sempre ritrovato nel traffico. La prima
curva è decisiva, ma spesso è una lotteria. Alla partenza la sorte non ha mai girato a mio favore. Ho fatto sempre uno o due giri dietro dei concorrenti che non erano molto veloci. E’ stato un weekend complicato dall’inizio alla fine, anche se la mia macchina andava abbastanza bene. Ad esempio, nella semifinale ho fatto segnare il secondo giro più veloce. Ma sono stato bloccato da Eriksson che si è intraversato in pista proprio davanti a me. A quel punto non potevo fare più nulla! Come prestazioni, eravamo molto competitivi, anche più di quanto avremmo dovuto essere. E’ incoraggiante. Invece, per arrivare nella Top 3 del campionato la situazione si complica.

Continuiamo con Timmy Hansen:

Questo per me è stato un weekend bellissimo. Ho vinto nella Q2 facendo segnare un buon tempo. Tutto il lavoro che ho fatto dalla corsa di Riga ha dato i suoi frutti. Ho avuto un
approccio un po’ più rilassato ed è bello ritornare sul podio. Penso che dovremo migliorare un po’ le nostre partenze per salire sul gradino più alto del podio. Per un attimo io e Kevin abbiamo pensato di poterci salire assieme, il che sarebbe stato straordinario. Sono andato all’inseguimento di Mathias Ekström ma non sono riuscito a raggiungerlo. Comunque, questo secondo posto è una bella soddisfazione per me, soprattutto su questo circuito.

Chiudiamo con Kevin Hansen:

Sono contentissimo di essere arrivato secondo nella mia semifinale. Ero davvero veloce. Essere al via della finale dalla seconda fila con una vettura 2016 è davvero un bel risultato.
Sono riuscito a uscire dalla prima curva al 3° posto e, nel giro seguente, ho superato Petter Solberg. C’è stato un contatto e la mia sospensione si è danneggiata. Peccato: fino a quel momento tutto funzionava magicamente! Non avevo capito subito che avevo la possibilità di arrivare 2°… quando l’ho saputo sono rimasto un po’ deluso, ma guardo il lato positivo. Ho dimostrato di essere competitivo. Ho davvero la sensazione di avere fatto un grosso passo avanti in queste ultime gare.

CLASSIFICA FINALE ESTERING
1. Mattias Ekström (Audi S1)
2. Timmy Hansen (PEUGEOT 208 WRX)
3. Toomas Heikkinen (Audi S1)
4. Petter Solberg (Volkswagen Polo GTI)
5. Niclas Grönholm (Ford Fiesta)
6. Kevin Hansen (PEUGEOT 208 WRX)

CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA
Campionato Piloti
1. Johan Kristoffersson (Volkswagen Polo GTI), 286 punti
2. Petter Solberg (Volkswagen Polo GTI), 234 punti
3. Mattias Ekström (Audi S1), 233 punti
4. Sébastien Loeb (PEUGEOT 208 WRX), 204 punti
5. Andreas Bakkerud (Ford Focus RS), 179 punti
6. Timmy Hansen (PEUGEOT 208 WRX), 175 punti
7. Toomas Heikkinen (Audi S1), 118 punti
8. Ken Block (Ford Focus RS), 101 punti
9. Kevin Hansen (PEUGEOT 208 WRX), 101 punti
10. Kevin Eriksson (Ford Fiesta), 94 punti

Campionato Team
1. Volkswagen PSRX, 496 punti
2. Team Peugeot Hansen, 379 punti
3. EKS Audi, 351 punti
4. Hoonigan Racing Division, 280 punti
5. MJP Racing Team Austria, 194 punti
6. STARD, 162 punti

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *