Neuville getta la spugna? Mondiale appeso un filo. Ecco come la vede il belga

Solo due gare in testa alla classifica. Solo due gare in testa, ma in compagnia di colui che lo ha scavalcato forse ormai irrimediabilmente. Puntava forte all’evento catalano, il belga della Hyundai. E invece, la sua rimonta è stata spezzata prima da un guaio idraulico, poi da una penalità per poi concludere i pochi sogni di gloria avanzati l’ultima giornata di gara con la rottura di una sospensione.

Un pesantissimo Zero che lo porta lontano di 37 punti sui 60 disponibili da Ogier e uno dietro all’estone Tanak che gli ha soffiato pure la seconda piazza nella classifica piloti.

La matematica non ha ancora sancito la fine del campionato e in Gran Bretagna e Australia, Neuville dovrà dare tutto e sperare. Ecco come ha affrontato la fine della gara spagnola Neuville, ecco le sue parole su questo finale di campionato:

E’ stato un week end sfortunato. Penso che i giochi siano finiti. Abbiamo cercato di giocarci il mondiale, ma già dal sabato le sorti ci davano contro e avevano mandato all’aria buona parte del mondiale. Siamo stati sfortunati anche quest’anno. Come gli altri anni ci sono stati molti alti e bassi sia per quanto riguarda le mie prestazioni che quelle della vettura. Come sempre si vince insieme e si perde insieme.

Dobbiamo andare avanti e continuare a combattere perchè non è ancora finita e dobbiamo chiudere la stagione con degli ottimi risultati. Poi sarà quel che sarà, ma noi abbiamo dato il massimo.

Sono triste e deluso di questo impegno spagnolo. Ci abbiamo provato fino in fondo. La vettura era perfetta, ma siamo stati sfortunati, non è stato il nostro week end. Il sabato, dopo i problemi avuti, e visto che stavo perdendo terreno, ho dovuto spingere forte ed è andata come è andata.  Domenica il colpo di grazia.

Per fare un bilancio stagionale, devo ammettere che la sfortuna ci ha accompagnato spesso. Siamo andati incontro a svariati piccoli problemi che si sono rivelati determinanti, in più ho commesso qualche errore anche io anch’essi penalizzanti. Tutto questo fa comunque parte del gioco, sono certo che ci servirà da lezione per la prossima stagione e ci fortificherà.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *