Gino-Somaschini fantastici al Rallyday Castiglione Torinese con la Mini RSTB

Bella prestazione della inedita coppia formata da due forti piloti, Alessandro Gino e Rachele Somaschini, sempre con un occhio per la Ricerca Fibrosi Cistica

Nel Weekend del 25-26/11/2017 è andato in scena il 1° Rallyday Castiglione Torinese, e, tra gli iscritti, figurava anche l’ inedito equipaggio formato da Alessandro Gino e Rachele Somaschini, due forti piloti, che hanno corso insieme per celebrare questa stagione agonistica e come sempre per sostenere la Ricerca contro la Fibrosi Cistica, della quale Rachele ne è affetta fin dalla nascita.

Hanno corso con la Mini Cooper JCW Racing Start Turbo della gentil donzella Milanese, cogliendo un ottimo 29° posto assoluto, su oltre 100 partecipanti, con Alessandro al debutto alla guida della Mini JCW e Rachele al debutto sul sedile di destra, sentiamo come è andata! 




Alessandro Gino:

L’ obbiettivo era quello di fare una gara insieme, per divertimento e per celebrare la mia vittoria nel Coppa Italia di Prima zona, devolvendo tutto il montepremi che mi spettava (4000 euro) alla fondazione per la ricerca Fibrosi Cistica, dela quale Rachele è affetta.
Questa gara è stata un po’ una conclusione della stagione per noi, una festa ed un RallyDay che conteneva al suo interno un altro esempio di beneficenza e solidarietà nei rally: il Trofeo Delle Merende.
Due piloti, ma uno doveva pure fare il navigatore!, quindi, dopo qualche prova, nonostante avessimo deciso di alternarci alla guida, abbiamo stabilito che Rachele avrebbe navigato per tutta la gara, ed è stata davvero brava!
Infatti, nonostante il suo debutto sul sedile di destra, non ha sbagliato una nota e non abbiamo pagato nessun ritardo al C.O, nonostante fosse davvero facile prendere secondi di penalità.
La nostra auto era la Mini Cooper JCW Racing Start Turbo che usualmente utilizza Rachele nelle cronoscalate e nei rally, vettura davvero divertente, nonostante sia poco più che stradale, e devo dire che nonostante non ci avessi mai corso sono venuti fuori davvero dei bei tempi!
Infatti abbiamo fatto 29esimi assoluti, su oltre 100 partecipanti (con tantissime R3,S1600 ed R2 in lizza per la vittoria), arrivando solo ad 1’10 dal vincitore, che però guidava una R3!
Diciamo che la Mini è molto divertente, e può regalare delle grandi soddisfazioni, anche se di certo non è semplice da guidare, perché ha una tale potenza che fa fatica a scaricare a terra tutti i CV (essendo quasi una stradale) ed un cambio di serie con il quale è davvero facile sbagliare marcia in “velocità”.
A proposito di cambio ora Rachele vuole mettere un sequenziale, permesso da regolamento, e allora si che diventa una arma molto, molto tagliente, ad un costo accessibile!
Insomma, in questa gara, e con questa Mini, ho riscoperto davvero il piacere di correre anche con le “piccoline” (come macchine, non come Navigatrici eh), dopo tanto tempo che mi trovavo a correre solo con le auto più potenti quali WRC,S2000 ed R5, a presto!

 

Rachele Somaschini:

Potrebbe sembrare una scena comica, ma tante volte me la sono immaginata così nei giorni che precedevano il primo Rally di Castiglione Torinese – 8° Trofeo delle Merende. Io che cammino verso la macchina, indosso sottocasco e casco, apro la portiera, entro nell’abitacolo, allaccio le cinture e Alessandro che bussa al finestrino dicendo: “no, Rachele. Questo non è il tuo posto”. Alla fine non è accaduto niente di tutto ciò, ma più di una volta ho “corretto la curva all’ultimo” virando verso la portiera giusta. Mi era già capitato di fare la navigatrice in un’altra occasione, ma mai avevo pensato di poter dire: “ci stavo prendendo gusto”. Strano a dirsi ma quando ho saputo che l’ultima prova speciale era stata annullata mi è veramente dispiaciuto. Con Alessandro alla guida tutto è stato diverso, sin dalla sua telefonata per propormi questa “pazzia”: “Rachele, vieni a farmi da navigatrice sulla tua macchina Facciamo un rally giusto per divertirci.” E così è nato il suo “Just For Fun” che ci ha accompagnato per tutto il fine settimana. Ma si sa, siamo piloti, e il “Just For Fun” lo rispettiamo fino ad un certo punto, perché poi, quando ci sono tempi e classifiche, c’è un altro tipo di interesse. Vedere Alessandro al volante della MINI che mi accompagna da ormai due stagioni nella gran parte delle gare a cui ho preso parte è stato qualcosa di strano ma di assolutamente formativo. Il primo commento che ho fatto, appena scesa dalla macchina, è stato: “Ma quanto va forte?!?”. Ora ho capito perché il suo nome è spesso nelle cronache di gara. Magari questa volta non sarà nelle cronache per il risultato ottenuto, ma per quanto mi riguarda è da prima pagina il gesto che ha accompagnato la partecipazione a questo rally. Alessandro, dopo aver conquistato il titolo di Coppa Italia Zona 1, ha deciso di devolvere l’intero montepremi, di 4000 € al progetto CorrerePerUnRespiro della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus ed è proprio per questo motivo che mi ha voluto al suo fianco a leggere le note: come testimonial della Fondazione e per spiegare a tutti cosa voglia dire avere la fibrosi cistica. Probabilmente, se avesse corso con il suo navigatore storico, Marco Ravera, che voglio ringraziare per l’aiuto che mi ha dato nel corso del weekend con preziosissimi consigli su tutte le mansioni di un navigatore, forse il risultato sarebbe stato diverso. Ma per quanto mi riguarda il motto scelto da Alessandro è stato assolutamente rispettato: Just For Fun doveva essere e, il divertimento, non è certamente mancato.

RICORDIAMO L’ ASTA DELLE TUTE INDOSSATE DA RACHELE SOMASCHINI ED ALESSANDRA BENEDETTI AL MONZA RALLY SHOW 2017, IL CUI RICAVATO ANDRA’ DEVOLUTO TUTTO ALLA FONDAZIONE PER LA RICERCA FIBROSI CISTICA: 

https://www.charitystars.com/product/tuta-indossata-da-rachele-somaschini-al-monza-rally-show-2017-it   https://www.charitystars.com/product/tuta-indossata-da-alessandra-benedetti-al-monza-rally-show-2017-it

Foto: Gabriele Lavagnini




Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *