Wrc: Pontus Tidemand fonda la PRT Pontus Tidemand Racing

L'iridato Wrc2 collaborerà con il rallysta svedese Jerker Axelsson

Pontus Tidemand
Pontus Tidemand è stato, e lo è ancora, una delle pedine del rally mercato in ottica 2018. Associato più volte al ruolo di tester per la nuova Volkswagen Polo R5, con cui ha disputato i primi test della vettura tedesca, il campione del mondo Wrc2 in carica sembra però intenzionato a prendere direzioni alternative.




Il ventisettenne svedese sta infatti unendo le forze con il suo connazionale e campione rally svedese Jerker Axelsson per fondare il team PRT Pontus Tidemand Racing. Tra i piani di questa nuova scuderia entra dalla porta principale la collaborazione con Skoda Motorsport, squadra con cui Pontus ha corso le ultime due stagioni e conquistato, al Rally Germania dello scorso agosto, l’iride del campionato WRC2.

Nella factory di Mlada Boleslav è stato infatti consegnato un nuovissimo esemplare di Skoda Fabia R5, vettura con cui il team del giovane Tidemand dovrebbe iniziare la sua attività. I primi programmi parlano di un noleggio e supporto tecnico per questa nuova Fabia per chiunque sia intenzionato a correre con questo mezzo, come confermato dallo stesso Pontus:

Il motorsport è la mia più grande passione. Il lavoro nelle competizioni e i dettagli di rifinitura sono qualcosa che amo davvero, e aiutare gli altri a correre ed ottenere risultati è qualcosa di fantastico. Sono nel pieno della mia carriera, ma so che questo potrà essere un progetto gratificante. Da parte mia, oltre al mondiale, spero di correre qualche gara in Svezia con questa macchina quando ne avrò l’opportunità.

Insomma, se il futuro di Tidemand pilota non è ancora definito, il 2018 del driver svedese sarà indubbiamente molto impegnativo anche sotto il punto di vista “manageriale”. In attesa di capire quale potrà essere il suo ruolo nella nuova Volkswagen Motorsport, oltre ad una possibile opzione al volante di una World Rally Car.




Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *