CIR - Ecco i primi nomi al via del Campionato 2018...

Il CIR scatterà con il classico appuntamento del Ciocco a fine del mese di marzo, ma già spuntano i primi rumors attorno al Campionato 2018, cosi come anticipa il sito Tuscan Rally News.

Iniziamo da Simone Campedelli, 3° nella passata stagione (dove ha ottenuto 2 vittorie: Ciocco e Roma). Il romagnolo sarà al via del #CIR18 con molta probabilità a bordo di Ford Fiesta R5 gestita sempre dal team BRC. Al suo fianco troveremmo un nuovo (oppure nuova????) co-driver, che sostituirà Pietro Ometto.

Altra certezza sarà la presenza del Lucchese, Luca Panzani che sarà navigato da Francesco Pinelli. Il toscano sarà al via di tutte le prove tricolore, che affronterà con una Ford Fiesta R5 evo2 gommata Hankook e curata dal team Balbosca.  Il 2017 è stata una stagione di crescita per Luca, alternata da tante gare con la piccola MG ZR 105 e il debutto sulla Fiesta R5 avvenuto al Rally Città di Lucca e successivamente utilizzata al Due Valli e al Ciocchetto.

Sempre dalla Toscana, arrivano altri 2 iscritti. Il primo equipaggio è costituito da Leopoldo Maestrini che al suo fianco avrà l’esperto Daniele Michi. Porteranno in gara una Skoda Fabia R5 gestita da P.A. Racing, con la quale hanno affrontato il Rally Due Valli e il Trofeo Maremma. Al momento il programma prevede la partecipazione ai 6 eventi su asfalto.

Sempre su una vettura R5, con molto probabilità una Skoda Fabia R5 troveremmo il pilota di Larciano, Luca Artino navigato da Andrea Gabelloni. L’annuncio è stato dato via social. Per il Toscano sarebbe il debutto nel CIR, dopo aver conquistato in carriera alcuni titoli Regionali.

Certo di un programma nello J-CIR è Damiano De Tommaso che sarà presente nelle gare Junior della serie, grazie alla vittoria ottenuta nella passata stagione nel Trofeo Peugeot 208. Per lui a disposizione una Peugeot 208 R2 gestita da Peugeot Italia.

Dopo le (poche) certezze, veniamo dunque ai rumors.

Iniziamo dai due duellanti per il titolo 2017, ovvero Scandola e Andreucci. Il veronese e la tentazione WRC2 è veramente alta, magari abbinata ad un programma parallelo nel CIR. Al momento non abbiamo certezze sul futuro, ma pare ad un passo l’accordo con il team Skoda Italia per la prosecuzione del matrimonio tra i due.
Capitolo Paolo Andreucci, il 2018 potrebbe regalare al Garfagnino una stagione tra ERC e WRC2. La volontà sarebbe quella di un programma ad ampio respiro Internazionale, ma al momento non è dato sapere se può concretizzarsi vestendo ancora una volta i colori Peugeot Italia oppure con un clamoroso cambio di casacca.
Avvolto nel mistero invece il programma riguardante Alessandro Perico, ma non escludiamo una sua presenza ad alcune gare spot della Serie Tricolore.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *