CIR - Ecco il Regolamento per la stagione 2018

Ecco un breve sunto del Regolamento del Campionato Italiano Rally per la stagione 2018. Non sono molti i cambiamenti ma qualcosa di interessante e che potrebbe avere riflessi sul risultato finale c’è. Vediamoli.

FORMATO GARA

E’ la novità principe del 2018. Il format torna all’antico, con tappa e classifica unica, senza power stage e quindi non vi sarà nessun punteggio bonus. Le gare del CIR saranno articolate su tre giornate di gara, comprese le ricognizioni, verifiche e la premiazione.

CALENDARIO E PUNTEGGIO

Confermato il calendario con otto eventi in programma: Ciocco, Sanremo, Targa Florio, Isola D’Elba, San Marino, Roma Capitale, Adriatico e Due Valli, gli ultimi due con coefficente maggiorato ad 1,5.

Tutte ammesse le vetture ad eccezione delle seguenti classi: WRC, A8, K11 e FGT

L’iscrizione è OBBLIGATORIA come sempre e punteggio che sarà: 15, 12, 10, 8, 6, 5, 4, 3, 2 e 1 punti ai primi della classifica generale finale, ATTENZIONE PERO’ al solito discorso che i NON ISCRITTI tolgono punteggio agli iscritti.

E’ stata aggiunta una postilla: Nelle gare valide per il WRC e per l’Europeo (quindi il Roma Capitale) che si svolgono in Italia, i piloti di altre ASN che partecipano, NON ISCRITTI al CIR, sono trasparenti ai fini di attribuzione del punteggio.

CHILOMETRAGGIO GARE

La lunghezza dei rally dovrebbe essere di 150 km di prove per i rally su asfalto e di soli 120 km su sterrato.

PNEUMATICI

Il numero massimo di pneumatici utilizzabili saranno 14 per le gare su fondo catramato e di 12 sul fondo sterrato.

TEST

Test non compresi nei programmi di gara: dopo la disputa della prima giornata di gara del CIR, ovvero il Ciocco, sono vietati i test nelle regioni in cui si svolgeranno le gare successive del Campionato.

Gli organizzatori del CIR dovranno prevedere nella giornata del giovedì precedente a quella delle ricognizioni, una giornata di test per tutti gli iscritti al CIR, CIR Junior, CIR 2wd e CIRA. Non potrà essere usato alcun tratto di prova speciale per i test.

Regolamento CIR 2WD

Sette gare le programma, non sarà presente il San Marino, mentre il Rally Due Valli avrà coefficiente 1.5. Sono ammesse le seguenti vetture: R2B, R3T, R3C e novità del 2018 l’ammissione nel CIR 2WD della categoria RGT.

Anche in questo caso l’iscrizione al campionato è OBBLIGATORIA e la classifica, a stralcio tra gli iscritti, sarà effettuata per CLASSE. Quindi avremmo le seguenti classifiche: R2B/R2C, quella per l’RGT e la classifica per gli iscritti in R3C/R3T. Il punteggio assegnato è uguale a quello del CIR ovvero 15-12-10-8-6-5-4-3-2-1 a condizione minima che ci siano minimo tre partenti per ogni classe. In caso contrario, il punteggio assegnato sarà dimezzato.

Regolamento CIR JUNIOR

Sei le gare in programma, non faranno parte del calendario nè il Sanremo, nè l’Elba. Il campionato è riservato ai piloti Under26 alla guida di una vettura di classe R2B. Anche in questo caso la classifica sarà a stralcio e il punteggio sarà 15-12-10-8-6-5-4-3-2-1.  La classifica finale si baserà sui migliori cinque risultati

Commenti

  • Lancia Delta S4

    Hanno tolto di nuovo la domenica. Si corre nei giorni in cui la gente lavora. Ma chi ci sarà sulle PS? Già ai Rally ci va pochissima gente, se poi corrono pure nei giorni lavorativi… Che schifo! Ormai i Rally sono autoreferenziali. Servono solo agli addetti ai lavori. Del pubblico non gliene frega niente. Con questo andazzo il destino dei Rally, soprattutto in Italia, è segnato: scompariranno.

  • Lancia Delta S4

    Il prossimo regolamento del CIR sarà: Rally su PS in circuito ovale all’americana da ripetersi 10 volte in un’ora. FINE.
    Però?!… Sempre “troppo pericoloso”, “troppo costoso” e ancora “troppo lungo”. L’anno successivo Acisport provvederebbe subito a ridurre i passaggi a 5 e farli svolgere nel giro della piazza di paese. 🙂
    RIDICOLI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *