Ott Tanak: "Toyota è la scelta giusta per puntare al titolo"

L'estone ha parlato delle sue ambizioni e della sua nuova squadra

Tanak
E’ stato indubbiamente uno degli uomini mercato nel finale di stagione 2017 e, con il passaggio in Toyota, è uno dei candidati al titolo mondiale piloti nel 2018. Stiamo parlando di Ott Tanak, trasferitosi da M-Sport al team di Tommi Makinen, che ha sfruttato la presentazione della stagione del mondiale rally per parlare delle sue aspettative ed ambizioni sul 2018.

Ovviamente, centro della discussione è stata la nuova squadra del pilota estone, il Toyota Gazoo Racing Team, reduce dalla stagione del rientro nel mondiale dopo diciotto anni di assenza. Al termine dei tredici appuntamenti 2017 la compagine gestita da Makinen ha conquistato due vittorie e diversi podi con Jari-Matti Latvala ed Esapekka Lappi. Due piloti che sono stati confermati anche nel 2018 ed andranno ad affiancare Tanak.

Ma sentiamo cosa ha dichiarato l’estone alla presentazione di Autosport:

L’ottimo lavoro svolto dal team Toyota durante la scorsa stagione è sotto gli occhi di tutti. Alla sua prima stagione dopo parecchi anni di assenza ha dimostrato una buona competitività, c’è molto potenziale per il futuro. Questa è stata la chiave che mi ha spinto ad unirmi a loro per le prossime stagioni, e credo che sia stata la scelta migliore per puntare al titolo.

Reduce dal terzo posto assoluto nella classifica generale del 2017, e dalle sue prime vittorie nel mondiale in Sardegna e Germania, Tanak ha spiegato di essersi trovato subito a suo agio con la nuova squadra:

Finora la preparazione è andata molto bene, ho solo bisogno di abituarmi al nuovo ambiente. Tutti i membri del team mi hanno fatti sentire il benvenuto e mi stanno supportando alla perfezione. Tra poche settimane scopriremo se le cose andranno cosi’ bene anche con il cronometro.

E naturalmente noi non possiamo che essere palpitanti in attesa del Rally di Montecarlo. Una gara che aprirà le danze di una nuova stagione, e che potrebbe rivelarsi fin da subito molto indicativa sulle performance della nuova Toyota Yaris Wrc. Più che la prestazione velocistica, per il team di Tommi Makinen sarà fondamentale trovare una affidabilità costante, aspetto che è mancato nella scorsa stagione e che alla fine si è rivelato un fattore in negativo.

Per il resto, con uno squadrone che ha tutte le carte in regola per essere il più competitivo, le premesse per fare bene – ed anche qualcosa di più – ci sono tutte. Non ci resta che metterci comodi ed aspettare quel fatidico 25 gennaio.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *