WRC - Ecco il programma 2018 di Teemu Suninen, c'è la Sardegna.

Oggi è arrivata la conferma di quello che vi avevamo anticipato in po’ di tempo fa. Teemu Suninen sarà al via di 10 eventi del WRC, di cui otto con la Ford Fiesta WRC Plus. L’ufficialità è arrivata nel primo pomeriggio, confermata da un comunicato stampa della Casa dell’Ovale Blu. Gli eventi prescelti dal 23 enne pilota finlandese sono: Rally Sweden, Rally del Messico, Rally del Portogallo, Rally Italia Sardegna, NESTE Finland WRC, Marmaris Turkey WRC, Wales GB WRC e Rally RACC Catalunya.  

Mentre sia al Monte-Carlo che all’ADAC Deutschland correrà con una Ford Fiesta R5 EVO2 del team M-Sport, prendendo parte alla serie cadetta del Mondiale, ovvero il WRC2.

Queste le parole di Suninen:

Per me la stagione 2018 sarà fantastica. La cosa più bella e emozionante sarà portare in gara per otto volte la Ford Fiesta WRC, penso che sia molto utile tutto questo, in modo tale da esprimere veramente il mio vero potenziale. Il piano è quello di iniziare con una certa cautela, non devo lottare per il titolo iridato, ma devo affrontare le gare usando la testa, provando a fare il massimo gara dopo gara. Dobbiamo fare tutto questa in maniera perfetta e certosina, senza osare troppo, ma credetemi non vedo l’ora di iniziare!!!”

Chi non nasconde l’entusiasmo per l’ennesimo giovane in rampa di lancia è proprio Malcolm Wilson:

Non ho alcun dubbio sulle potenzialità di questo ragazzo, ha un grande talento. Sono sicuro che lo dimostrerà fin da subito, è sarà fondamentale per il Team nel corso della stagione. Le due gare disputate con la Plus nella passata stagione sono state incredibili, tutti erano interessati a lui. Pronti via, andare a vincere delle prove e lottare per un podio, su una vettura completamente nuova, credetemi è roba per pochissimi. Sappiamo tutti che Teemu, è un campione, un pilota che nei prossimi anni scriverà il suo nome in tante gare del WRC. In questa stagione deve crescere, conoscere alcune gare che per lui sono nuove, ma scommetto che lo vedremmo almeno una o due volte sul podio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *