Intervista a Nicoletta Deidda: "Sogno il Rally d'Italia Sardegna"

Interessante chiacchierata in vista della nuova stagione

Sarda. Giovane. E grandi margini di miglioramento. Stiamo parlando di Nicoletta Deidda, classe ’84, nata a San giovanni Suergiu, risiede ad Olbia ed ha una grande passione per il rally e tanti sogni nel cassetto. Vi raccontiamo la sua storia, dall’avvicinamento al mondo dei rally fino al suo ultimo impegno con Mcr Sport.

Come e quando ti sei avvicinata al mondo del rally?

Ho sempre avuto una passione per i motori ma proprio avvicinata diciamo quando ho acquistato la mia auto (DS3) e nel 2011 ho creato il Club “DS3 Sardegna”. Ho iniziato a far conoscere il club partecipando a raduni con altri club motoristici tra cui i raduni tuning, dopo di che ho cercato anche qualche sponsor per iniziare io stessa ad organizzare raduni e preparare t-shirt e locandine in occasione del Rally d’Italia Sardegna 2012 dove il nostro club è stato conosciuto da tutti. Uno degli sponsor è un pilota di Rally che vedendo la mia immensa passione mi chiese se volessi correre una gara con lui come navigatrice. Io ero felicissima ma allo stesso tempo un po’ preoccupata perché non conoscevo niente di quel ruolo così importante. Alla fine, grazie anche ad altri piloti e navigatori riuscì a imparare qualcosa per poter affrontare la mia prima gara. Debuttai a Marzo 2013 nel Ronde Rally Terra Sarda insieme a Fabio Modde e la sua Opel Astra GSI (A7). Una gran bella gara, ma soprattutto tanto divertimento.

A quali rally hai partecipato quest’anno e quali sono stati i risultati?

Nel 2017 sono riuscita ad avverare il mio sogno quello di correre da Pilota e anche di formare un nuovo equipaggio femminile. Il mio debutto è stato su fondo sterrato nella gara del Rally dei Nuraghi e del Vermentino ad Aprile, al mio fianco la navigatrice Silvia Caddeo su Peugeot 206RC firmata 958 Santero, Poi ho realizzato anche un mio secondo sogno quello di correre il Rally Costa Smeralda, anche se quest’anno era il Rally in Costa Smeralda però per me è stata comunque una grande gara sempre su fondo sterrato, insieme alla navigatrice Elisa Cavasin (dalla Toscana) su Peuget 206RC firmata 958 Santero. Purtroppo per entrambe le gare mi sono dovuta ritirare causa guasto meccanico/elettrico.Dopo le mie due gare da pilota, sono stata contattata da un amico, Vittorio Orecchioni, per fargli da navigatrice e con lui ho corso 2 gare: Cronoscalata su Terra di Tandalò dove con il Peugeot 205 Rallye siamo arrivati primi di classe A5 e il Rally Terra Sarda, sempre con il Peugeot 205 Rallye, dove siamo arrivati 2° di classe A5.

Il tuo miglior piazzamento è al Rally del Vermentino del 2013. Vuoi parlarci di quella gara?

Con Antonio Cotrino sulla sua clio RS Light classe N3 siamo arrivati 15° assoluti e 2° di classe, beh il primo podio non si scorda mai e mai lo scorderò davvero. Ero super felice e Antonio è veramente una persona fantastica ma tutta la famiglia lo è, ora corre anche il nipote Alessandro Brigaglia che migliora di gara in gara e spero davvero arrivi molto in alto (il mio fratellino)…Con Antonio ho gareggiato anche fuori dall’isola al Ronde Aci Brescia, anche quella è stata una bellissima esperienza.

Sei anche presidentessa del club DS3 Sardegna, parlaci di questo club..

Il mio club, l’inizio di tutto, la mia famiglia. E’ nato nel maggio 2011, e da allora siamo cresciuti e ci siamo fatti conoscere. Negli ultimi anni ho organizzato i raduni all’interno del Rally d’Italia Sardegna, portando i ragazzi a vedere alcune delle tappe del mondiale oltre ad avere i pass ufficiali dalla casa madre Citroen Racing e quindi vedere dal vivo i nostri idoli e poterli applaudire anche dalle tribune della Premiazione mentre fanno il loro ingresso sul podio. Che dire speriamo cresca sempre di più e che riesca ad organizzare l’evento come ogni anno.

 

Da poco fai parte della scuderia Mrc Sport, come vedi la nuova stagione?

Sì, è stata una decisione fatta col cuore, mi piace il gruppo. Sono molto uniti sia il gruppo Sardo che quelli fuori dall’isola. Da poco c’è stato il MRC day dove alcuni hanno testato le loro vetture e io ho partecipato. E’ stata una bellissima giornata, si rideva e si scherzava e ovviamente si parlava di rally, mi sono divertita e sono stata bene. Ora vediamo di lavorare sul programma di quest’anno dove ci sarà anche una gara fuori dall’isola, ovviamente…Terraaaaaaa

Qual è l’auto che sogneresti di guidare, e/o un rally a cui vorresti partecipare maggiormente e perché?

L’auto è sempre la DS3 WRC ma resterà un sogno ancora. Invece mi piacerebbe correre al Rally d’Italia Sardegna anche se è molto impegnativo sia a livello fisico che mentale, e poi mi manca ancora l’esperienza e quindi anche questo sogno per ora lo tengo nel cassetto…

Cosa consiglieresti a chi si avvicina nel mondo del rally per la prima volta, soprattutto per le donne?

Io sarei una delle ultime persone a cui chiedere consigli perché non sono una professionista però posso dire a chi vuole intraprendere questo sport che per primo ci vuole tanta passione, bisogna fare tanti sacrifici, ma se si è umili e onesti si può andare avanti e realizzare anche l’impossibile. Alle donne, visto che sono davvero poche, posso dire che non è vero che questo sport è uno sport per maschi perché anche noi possiamo imparare e migliorare, serve comunque fare esperienza, non si diventa professionisti con 10 gare, alle volte neanche con 100 perché non si smette mai di imparare. Potrei consigliare di partecipare ai corsi per Navigatori e Piloti, ad esempio qui in Sardegna ogni anno ne fanno uno chiamato appunto “Corso Navigatori e Piloti Alberto Ganau” che si terrà il 16-17-18 Marzo 2018 il cui relatore/responsabile del corso sarà Carlo Cassina, è davvero un bel corso io ho partecipato alla prima edizione del 2014, quella di quest’anno è la 5° edizione, oppure anche partecipare al famosissimo format per i nuovi talenti nel mondo rally che è il “ Rally Italia Talent”.

 

Saluti a tutti i lettori di Rallyssimo e grazie per questa intervista.

Il ringraziamento speciale è il nostro per il tempo che ci hai dedicato. Grazie Nicoletta e in bocca al lupo per la stagione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *