ERC Rally delle Azzorre Day 2 - Intramontabile Lukyanuk!

Numerosi i colpi di scena in questa seconda giornata di stage

Si sapeva sin da subito fosse un rally emozionante e pieno di colpi di scena, ma non così tanto! Nella giornata di ieri nelle prime 3 stage si è imposto con grande caparbietà ed esperienza il russo Aleksey Lukyanuk. Il pilota Ford classe 1980 si è tenuto alle spalle il pilota portoghese Ricardo Moura nonostante un’ “escursione” fuori strada nel corso del pomeriggio mentre al terzo posto troviamo lo slovacco Martin Koci a bordo della Skoda Fabia R5, che si è fatto valere notevolmente dimostrando di avere tanta classe.
Come anticipato in precedenza, la giornata odierna ha avuto notevoli colpi di scena. Lukasz Habaj apre le danze avendo chiuso la giornata di ieri in decima posizione (anche per alcuni problemi al motore della sua Fiesta), Pierre-Louis Loubet e Laurent Pellier, fuori per problemi tecnici ieri ma i due piloti cercheranno di rientrare nelle stage in programma sabato e tanti altri nomi che hanno dato forfait in questo secondo giorno di gara. La lotta per la vetta da parte di Ricardo Moura sembra essere molto difficile poiché nella Ps5 il pilota di casa ha dovuto incappare in una foratura ed era in piena battaglia con il leader Alexey Lukyanuk e Martin Koči (primo in ERC Junior U28), ma lungo la “Feteiras Meo” ha perso oltre 13″.

Un venerdì non facile nanche per Albert von T&T che è stato “vittima” di uno “Slow Roll” mentre il pilota tedesco Fabian Kreim (Skoda Fabia R5) anche lui ha incappato in una foratura. Grande prova invece per Chris Ingram, che è andato a prendersi la vetta dell’ERC Junior U28 e il terzo posto assoluto superando per 0″1 Martin Koči anche se ad inseguire c’è un Bruno Magalhães in recupero a completare la Top5.

Nelle retrovie abbiamo un altro pilota di casa Bernardo Sousa che è scivolato al settimo posto, superato dallo stesso Ingram e dal terzo dell’ERC Junior U28 Fredrik Åhlin neo “acquisto” dell’ERC che quest’anno ha già avuto modo di trovare feeling con la sua Skoda Fabia R5 nel WRC2 in Svezia, mentre gli ottimi Luis Rego e José Pedro Fontes sono risaliti in ottava e nona piazza. Rhys Yates è finito in testacoda nella PS6 perdendo terreno e finendo ai margini della Top10 e subito dietro il pilota britannico abbiamo il norvegese Frank Tore Larsen (Ford Fiesta R5) e Marijan Griebel (Skoda Fabia R5) un po sotto tono.

Nel’ ERC Junior U27 invece in testa è passato il pilota di casa Diogo Gago, che con la sua Peugeot 208 R2 guida con 40 sec di vantaggio su Martin Seks (Opel Adam R2), e con 1’04 sul giovane austriaco Simon Wagner.

Davvero un peccato nell’ ERC2 per il nostro Zelindo Melegari (Subaru Impreza N14), costretto al ritiro per problemi tecnici nel corso dell’ ultima PS di giornata quando occupava la seconda piazza di ERC2, mentre meglio non è andata a Matteo Vita, ritirato a causa di un incidente accaduto nel primo pomeriggio a bordo della sua Peugeot 208 R2B.

L’ unica Italiana invece ad essere arrivata intera alla fine di questa estenuante giornata, è Tamara Molinaro, la quale ha concluso al 21esimo posto assoluto ed ottavo nell’ ERC U28.

Per quanto concerne la parentesi incidenti, gravi e meno gravi, uno spaventoso capottamento per il pilota Opel Adam Tom Kristensson (l’equipaggio è ok ma hanno dovuto ritirarsi) mentre non è andata di certo meglio a Dominik Brož e Gil Antunes, entrambi incappati in forature nelle PS5 mentre per l’ERC Ladies Catie Munnings (Saintéloc Junior Team) ha invece perso il paraurti anteriore della propria PEUGEOT 208 R2.

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *