In Sardegna una mostra dedicata alle donne impegnate nel mondo dei motori

Aperta l'8 marzo, data simbolo, grande iniziativa proveniente dalla Sardegna

Ultimamente si sta assistendo ad un notevole aumento delle quote rosa nel mondo dei rally, anche in Italia. Una dimostrazione l’abbiamo avuta nel corso di questo weekend al Rally del Ciocco con quattro equipaggi in rosa a sfidarsi nella gara CIR. Un numero veramente importante al quale vanno sommate anche le tante navigatrici presenti, capeggiate da Anna Andreussi, ormai decano e simbolo dei rally in rosa in Italia.

Anche la Sardegna, regione da cui provengo, non è da meno dato che un fotografo locale, Giuseppe Depalmas, già noto per collaborare tra l’altro con ewrc-result.com, ha pensato bene di dedicare a loro una mostra fotografica.

In questa venivano esposte le foto di tutte le donne che nel corso della loro carriera, anche se solo per un gara, avessero mai preso parte ad un evento in Sardegna, che sia un rally, uno slalom oppure una salita.

La mostra è stata inaugurata in data 8 marzo, (data simbolo per le donne), negli uffici di viale Adua, sede di ACI Sassari, ed è stata organizzata come detto da Giuseppe Depalmas con la preziosa collaborazione di Alberto M.Pintus, appassionato e autore di importanti libri storici sul mondo dei motori in Sardegna, come “50 di Scala Piccada” e  “Storia della Scala di Giocca – Osilo”.

Abbiamo raggiunto Giuseppe Depalmas, che ci ha illustrato questa lodevole iniziativa:

Innanzitutto grazie per lo spazio che mi state concedendo, è stata una bella avventura questa mostra. La data scelta per l’inaugurazione non è causale, l’8 marzo è una data simbolo per tutte le donne, una festa per tutte con importanti eventi organizzati in questa data, per ricordare l’importanza storica che tiene quel giorno nella storia. L’idea di omaggiare le donne, in uno sport prettamente maschile, mi è venuta con Alberto. Siamo partiti da una lunga ricerca, l’abbiamo sviluppata e siamo riusciti a dedicare una mostra tutta dedicata a loro. La ricerca è stata lunga e impegnativa, ma alla fine siamo riusciti a concretizzare l’idea. Tante le protagoniste che ci hanno visitato e che sono rimaste meravigliate dal fatto che mai nessuno prima le avesse mai valorizzate così. Questa iniziativa ha suscitato molto interesse nel mondo automobilistico e non solo, abbiamo anche avuto visite di gente comune, che mai si sarebbe aspettata che così tante donne praticassero questo stupendo sport. Insomma un successo, importante, immortalato dalle tv e dai giornali di settore e no, inoltre il visitatore dopo aversi gustato oltre 70 foto delle protagoniste in gara, poteva gustarsi anche altri scatti delle protagoniste, fuori dall’abitacolo. Grazie di cuore per questo spazio che mi avete concesso, buon lavoro ragazzi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *