Cir: Ucci-Ussi sbancano Sanremo

Seconda vittoria consecutiva per i campioni italiani in carica

E siamo a due. Paolo Andreucci ed Anna Andreussi hanno conquistato il Rally Sanremo, secondo appuntamento del campionato italiano rally dopo la vittoria di tre settimane fa al Ciocco. Esattamente come nella gara di casa, i campioni in carica hanno condotto una corsa esemplare, sempre in testa fin dall’inizio e senza commettere la benché minima traccia di errore.

Grazie ad una partenza all’attacco, gli alfieri Peugeot sono riusciti a prendere un margine che si è poi rilevato da subito difficilmente colmabile per tutti gli altri. Il tutto condito dalla solita capacità di amministrare nei momenti giusti e senza farsi prendere dal panico come quando, sull’ultima prova notturna di ieri, hanno perso nove secondi in un colpo solo. In una gara caratterizzata da condizioni difficili ed insidiose soprattutto nella prima giornata, a nulla sono serviti gli attacchi di un Simone Campedelli veloce sull’asciutto ma non a sui agio sull’umido. Il romagnolo, nonostante una seconda giornata più che positiva, non è riuscito a fare meglio della seconda piazza a 9″7 dalla vetta, che comunque in ottica campionato è un risultato tutt’altro che da buttare.

Come ampiamente prevedibile è stata l’ultima prova di “Testico-Colle d’Oggia” a decidere parte della classifica finale con i suoi 34.45 km. Ne sa qualcosa Andrea Crugnola che, proprio su quest’ultimo tratto, è stato vittima di una foratura che lo ha cacciato giù da un podio fin li’ meritato. Per lui alla fine è arrivata una sesta piazza che lascia tanto amaro in bocca. In questo modo la terza posizione è finita nelle mani di un Umberto Scandola che, contrariamente a Campedelli, è andato molto forte nella prima giornata per poi non riuscire più a segnare i medesimi tempi nella tappa odierna. Ecco quindi spiegato un podio riacciuffato più per disgrazie altrui, ed i cinquanta secondi di ritardo finali, ventiquattro dei quali rimediati proprio sull’ultima stage. Non bisogna tuttavia dimenticare che il veronese è solamente alla seconda gara con le gomme D-Mack e, come detto da lui stesso, lo sviluppo è solamente all’inizio.

Ai piedi del podio si è piazzato quindi Andrea Nucita, che ha concretizzato quanto mancato allo scorso Rally del Ciocco. Il siciliano paga 1’08 da Andreucci, complice un ultima prova caratterizzata da parecchie difficoltà con il set-up della sua i20. Buona la quinta piazza di Nikolay Gryazin, a quasi tre minuti, mentre Luca Panzani chiude ottavo dietro a Scattolon.

Al link la classifica finale del Rally Sanremo 2018.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *