Al Valpolicella la prima vittoria in carriera di Damiano De Tommaso

Prima vittoria in carriera per il varesino affiancato dalla Ascalone

Sono stati 65 gli equipaggi che si sono dati appuntamento a Negrar, sede della prima edizione del Rally della Valpolicella.  La vittoria dopo una bellissima battaglia è andata al varesino Damiano De Tommaso in coppia con la pugliese Giorgia Ascalone, per entrambi si tratta della loro prima vittoria in carriera.

L’alfiere di Peugeot Italia, al debutto su una Peugeot 208T16 R5 griffata Munaretto, ha conquistato la vittoria sull’ultimo crono della gara, dopo aver inscenato una bellissima battaglia contro la Citroen DS3 R5 portata in gara da Roberto Righetti in coppia con Martina Stizzoli. L’avvio di gara di De Tommaso è stato in salita, da prima per un guasto alla bobina della sua Peugeot e successivamente per la rottura del parabrezza per un mancato aggancio dei cardini di sicurezza dopo un controllo tra la prima e la seconda prova del sabato. In terza posizione chiudono Riccardo Scandola e Daniele Pasi su una Skoda Fabia R5.

Quarta piazza assoluta per l’equipaggio formato da Vanni Pasquali ed Andrea Tumaini su Ford Fiesta R5 , mentre quinti assoluti chiudono Luca Hoelbling e Mauro Grassi, in costante rimonta dopo il tempo perso a causa della doppia foratura sull’ultima prova di sabato alla loro Skoda Fabia R5 e autori di tempi sempre in zona podio.

Sesta piazza per i locali Denico ed Emanuele Fantini, su una Renault Clio Williams, in settima piazza un’altra Renault Clio Williams portata in gara da Luca Franchini e Matteo Zorzella. Ottava piazza e prima di classe R2B per Cristian Dal Castello, che affiancato da Stefano Righetti sulla grintosa Citroen C2 R2B, nona piazza per il padovano Marco Fanton con al fianco Ileana Contado, sempre veloce ed incisivo con la sua Peugeot 106 Gruppo A, mentre completa la top ten Denis Franchini e Fabio Andrian con la Skoda Fabia Super 2000.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *