Johan Kristoffersson vince il Swecon World RX of Sweden

Lo svedese allunga su Bakkerund e Solberg. Problemi tecnici per Peugeot

Si concluso pochi giorni fa il Swecon World RX of Sweden, il sesto appuntamento stagionale del campionato del mondo Rallycross, e l’eroe di casa Johann Kristoffersson ha recitato la sua quinta vittoria stagionale estendendo ancor di più il suo vantaggio rispetto ai piloti che seguono. Conclude secondo il pilota Audi A1 Andreas Bakkerund che sfrutta l’uscita di strada nel finale di Timmy Hansen davanti al primo podio della sua carriera Jerome Grosset-Janin.

Le parole del vincitore:

È stato di nuovo un weekend fantastico. L’anno scorso ho vinto ed essere in grado di vincere a Holjes è qualcosa di speciale. La pista è incredibile ed è una grande sfida per le auto, i piloti e gli ingegneri. Mi sentivo sempre più a mio agio con ogni uscita durante il fine settimana e alla fine della domenica mi sentivo molto a mio agio – questo è quello che serve per vincere. Questo è il primo Monster Energy Supercharge Award che ho vinto dalla Francia dell’anno scorso, quindi è passato un po ‘di tempo, ne sono contento. L’atmosfera qui è qualcosa di incredibile, oggi abbiamo avuto una grande folla e un bel clima quindi penso che ci siano stati molti spettatori che si sono divertiti molto

E così il secondo arrivato al traguardo Andreas Bakkerund è molto soddisfatto di quello raccolto ad Holjes e si prende così la seconda piazza nella classifica generale del mondiale.

Sono molto orgoglioso del mio record di podi qui, ma soprattutto sono così contento del lavoro che abbiamo fatto per essere in grado di ottenere più velocità in Q1 e Q2, quindi voglio solo dire un enorme grazie ai ragazzi che mi hanno aiutato tra le gare e tutto l’EKS Audi Sport. È bello vedere che il lavoro che abbiamo messo in campo sta dando i suoi frutti e sono super-pompato sul fatto che siamo di nuovo sul podio qui al Magic Weekend in Svezia di fronte a una folla da record. Non vedo l’ora che arrivi il Canada, perché per noi è una buona pista.

Il pilota Gk Kompetition su Renault Megane Rs Grosset-Janin si è classificato terzo e ha conquistato il primo podio della squadra nel solo sesto evento.

Sono così felice che il fine settimana sia finito così. Ovviamente non avrei mai immaginato che il mio primo podio potesse accadere in questo modo, ma siamo stati in grado di sfruttare tutte le opportunità che ci sono state presentate oggi. È il lavoro di tutta la squadra e di così tante persone che ha finalmente ripagato. Non possiamo dimenticare che solo tre mesi fa Rallycross era un mondo totalmente sconosciuto a GCK e Prodrive. Ora, dobbiamo solo continuare il nostro buon lavoro e continuare a progredire

Disastro per Peugeot che ha dovuto fare i conti con un weekend difficilissimo, pieno di colpi scena problemi tecnici e non solo. Timmy Hansen saldamente in seconda posizione quasi al termine della gara esce di strada per un contatto con Ekstrom nonostante avesse iniziato fortissimo qualificandosi in finale in seconda posizione, mentre Kevin Hansen ha dovuto incappare in un problema al motore ma nonostante ciò ha dimostrato di essere in forte crescita e Sebastien Loeb non è riuscito ad approdare in finale, per soli +0.4 dalla terza piazza in semifinale. Ancor di più l’amaro in bocca poiché il weekend svedese avrebbe dovuto portare risultati diversi nonostante gli aggiornamenti sviluppati sulla 208, ma purtroppo la sfortuna e gli episodi in gara sono stati determinanti per gli alfieri Peugeot. Alla luce dei risultati negativi maturati in Svezia, il team Peugeot si trova comunque in terza posizione nella classifica costruttori con i piloti in quarta quinta e settima posizione della classifica generale.

Le parole del Direttore Peugeot Sport al termine della gara:

L’obiettivo era portare in gara le nuove evoluzioni della vettura il più velocemente possibile, perché possiamo fare centinaia di chilometri di test – e ne abbiamo percorsi quasi l’equivalente dei chilometri di una stagione – ma niente vale quanto l’esperienza in gara. Scopriamo nuovi problemi, l’uso della vettura è diverso… Sapevamo che, visto il livello del campionato, sarebbe stata una partita difficile, volevamo mettere alla prova questi sviluppi tecnici, in modo da continuare a progredire. Vogliamo raggiungere il nostro obiettivo il più rapidamente possibile, cioè essere in grado di lottare per la vittoria in ogni gara. L’inizio del weekend è stato complicato: abbiamo dovuto imparare, mettere a punto le regolazioni della vettura, che è abbastanza diversa da guidare rispetto alla versione precedente, ed abbiamo avuto qualche problema tecnico. I piloti e gli ingegneri hanno avuto bisogno di un tempo di adattamento per trovare le regolazioni corrette. Alla fine siamo riusciti a farlo abbastanza in fretta e abbiamo visto la progressione della vettura durante le sessioni di guida per presentare, questa domenica, un pacchetto assolutamente competitivo! Se guardiamo i tempi sul giro di Timmy, penso che poteva legittimamente aspirare a un 2° posto in finale, senza quell’incidente in gara, per il quale il nostro avversario è stato logicamente penalizzato. Dunque a Höljes non abbiamo ottenuto un risultato sportivo importante ma abbiamo di che essere ottimisti per il futuro. E, soprattutto, abbiamo messo in evidenza un potenziale molto interessante, che è quello che cercavamo. Il lavoro non si ferma qui! (fonte Motori.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *