Correre tanto...e spendere poco: ecco il Rally In Circuit Championship

Campionato atipico: missione divertimento e contenimento dei costi, a pochi km dall'Italia

Il Rally In Circuit Championship è un campionato molto giovane, creato quest’anno dal sapiente uomo di rally Achille Guerrera, ma che nasconde radici più profonde che vengono dal 2014, anno in cui nacque il Rjeka Rally Ronde Championship, il quale in quattro anni ha raccolto centinaia di iscritti da vari paesi europei, ed auto che vanno dalle più moderne World Rally Cars alle Street Legal.

Rispetto al Rjeka Rally Ronde, le cui gare venivano disputate solo nel veloce tracciato croato di Grobnik , con il Rally In Circuit Championship si è aggiunto nel calendario anche il tracciato sloveno di Poligon Gaj, allestito in maniera da essere molto tecnico ed in certi punti anche al di fuori del tracciato.

Il motto di questo campionato è formato sostanzialmente da tre parole: divertimento, sicurezza e bassi costi. Si corre su tracciati diversi dai soliti “rally in pista”, perché resi più in stampo rallystico ed in grado di far risaltare le potenzialità dei piloti, in sicurezza in quanto bisogna essere dotati di abbigliamento protettivo e di rollbar nelle auto da corsa ed a bassi costi in quanto con i trofei Twingo e 500 si riesce a spendere una cifra davvero contenuta rispetto ai costi dei rally tradizionali.

Si possono assaporare i brividi delle vere competizioni in gare per nulla povere di chilometraggio, che sfiora ogni appuntamento i 75-80km cronometrati.

Le auto con cui si può correre con solo 1000 euro a gara tutto compreso sono due, le Renault Twingo by Lema Racing e le Fiat 500 by P&G Racing.

Vediamole nel dettaglio:

– Renault Twingo by Lema: ha solo 80 cv, ma con la sua trazione posteriore e la sua grande leggerezza è capace di far scendere anche piloti di comprovata esperienza con il sorriso sulle labbra…

– Fiat 500 by P&G: Si basa sulla Fiat 500 1.4 Sport, ha poco più di un centinaio di CV però se si sa guidare forte si può davvero piazzare in ottima posizione della classifica assoluta!

Interessante è inoltre poter correre anche se minori di anni 18, ed anchl poter partecipare con tutte le categorie di auto da rally, con auto da pista, con auto derivate da slalom o formula challenge e persino con vetture stradali, mentre la tassa di iscrizione rimane fissata sempre a 400 euro.

Le gare, inoltre, si svolgono relativamente molto vicine al nostro paese, con distanze di circa 2 ore da Gorizia per quelle slovene e di circa 2 ore da Trieste per quelle croate.

Interessante è anche la parte formativa che offrono le gare di Rally In Circuit Championship, visto ad esempio che il vincitore della più recente gara a Rjieka ha fatto segnare una media oraria di oltre 120km/h in mezzo a varianti dove occorre davvero il “pelo”…

Il calendario 2018 era composto da 4 gare, delle quali ne rimane ancora una da svolgere, e tanti premi ancora da assegnare: per la classifica generale (dove viene usato un sistema di punteggio che premia in maniera uguale a prescindere dalla categoria di auto, quindi se una RS vince tutte e 4 le gare con 1o concorrenti della stessa categoria può ambire ad esempio al titolo assoluto), visto i 1600euro al primo, gli 800 al secondo ed i 400 al terzo , più 100 dal quarto al decimo che vengono vinti nell’ambito della classifica generale.

Insomma, non sono rally nel vero senso della parola, ma si può correre anche se minori di anni 18, ci si può iscrivere con qualsiasi auto da corsa, ed anche con vetture stradali, e tutto è incentrato sul guidare senza fronzoli, senza restrizioni pensando solo al divertimento!

Sarà questa la ricetta giusta formato famiglia, divertimento, sicurezza, bassi costi ideale in un mondo che tende sempre più ad essere economicamente irraggiungibile per molti?

La prossima gara di campionato si disputerà il weekend dell’ 8-9 Dicembre 2018 sul tracciato dell’ Autodrom Grobnik, con le iscrizioni che apriranno a breve.

Tutte le informazioni su www.rallygo.it/rallyincircuit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *