Erc: Lukyanuk in testa dopo il day1 davanti a Kopecky. Sordo quarto

Prima, insidiosa, giornata di gara in Repubblica Ceca per i protagonisti del campionato europeo

Ci si attendeva la grande sfida tra i due piloti ufficiali, Jan Kopecky e Dani Sordo, ma al termine della prima giornata del Barum Czech Rally Zlin è Alexey Lukyanuk a chiudere davanti a tutti.

Il leader del campionato ha infatti portato a termine una prima tappa molto concreta, in cui è stato bravo a non incappare in errori ed incovenienti vari in un rally caratterizzato da condizioni tutt’altro che semplici. 16″8 è il gap alla fine della prime nove speciali tra il russo ed il suo primo inseguitore, Jan Kopceky.

Il re del Barum si è dimostrato ancora una volta il più forte tra le strade di casa, cronometricamente parlando. La sua seconda piazza è quindi ben spiegata da ben due forature, che gli ha fatto perdere una manciata di secondi fondamentali. Considerando l’entità dei problemi di cui è stato vittima, il ceco avrebeb infatti potuto tranquillamente essere in testa alla sua corsa, ma gli affari per la vittoria sono rimandati alle ultime sei speciali di domani.

Da questa lotta pare essere ormai fuori Dani Sordo, ancora in fase di “svezzamento” sulla sua Hyundai i20 R5, con cui sta correndo la sua prima gara. Lo spagnolo, che è stato anch’egli vittima di una foratura in seguito ad una leggera toccata, è quarto a 50″5, in una gara davvero complicata. In mezzo ai due ufficiali si è piazzato il bravo e veloce Nikolay Gryazin, autore anche di qualche interessante scratch. Il russo è quindi terzo a poco più di mezzo minuto da Lukyanuk con la sua Fabia R5.

In una gara in cui i piloti locali hanno sempre fatto bella figura, non è passa inosservata la performance di Miroslav Jakes. Il ceco chiude la top five a soli dieci secondi da Sordo, al volante della sua Skoda gommata Hankook. Per quanto riguarda l’Erc Junior Under28, ci si attendeva qualcosa di più dal tedesco Kreim, solo settimo assoluto e dietro anche all’altro locale Filip Mares. Qualche difficoltà l’ha avuta anche Chris Ingram, autore di qualche errore di troppo, ma soprattutto Bruno Magalhaes.

Il portoghese, diretto rivale per il titolo di Lukyanuk, non è andato oltre il decimo posto in questa prima giornata, in cui non è mai risucito a trovare la quadra sulla sua Fabia. Con quasi tre minuti di distacco dal russo, e le posizioni dinanzi a lui piuttosto lontane, questa gara potrebbe risultare molto importante per il campionato.

Per quanto riguarda i nostri, Simone Tempestini è in testa alla R-GT con la sua 124 Abarth, mentre Andrea Nucita è incappato in un brutto incidente che ha anche costretto l’equipaggio a controlli precauzionali in ospedale. Mattia Vita e Pietro Ometto sono invece quarantatreesimi assoluti e quinti di Erc3.

Domani il Barum Rally si concluderà con le ultime sei speciali. Qui sotto la classifica dopo la prima giornata:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *