Problemi per M-Sport, la nuova aerodinamica posteriore non riceve l'omologazione FIA

I nuovi particolari non sono stati accettati dalla federazione automobilistica

M-Sport e Ford Performance USA nei test pre Finlandia avevano testato quella evoluzione che avrebbe permesso alla Fiesta WRC Plus di poter risolvere molti dei problemi di grip che attanagliavano la vettura fin dal 2017. Un’aerodinamica posteriore totalmente nuova, con diffusore più grande, passaruota più larghi ed una maggiore quantità di downforce generale.

Questa specifica evoluzione è stata usata in gara solo da Sèbastien Ogier, prima in Finlandia (quinto posto assoluto), poi in Germania (quarto posto assoluto a causa di una foratura quando era secondo), ed è sembrata soddisfare abbastanza il driver di Gap, ora impegnato in una rimonta mondiale contro il rivale belga Thierry Neuville (Hyundai I20 Coupe WRC), nonostante anche i tecnici si aspettassero forse qualche differenza in più in termini di prestazioni.

In ogni caso, ora, a mettere parola fine su queste importanti modifiche, è stata la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), la quale non ha approvato definitivamente, e quindi omologato, queste nuove parti, che non potranno essere utilizzate già dal prossimo Rally di Turchia.

Per ora sembra abbastanza scongiurato il pericolo sanzioni per la squadra capitanata da Malcom Wilson ma, i ricorsi sono sempre dietro l’angolo.

Sono ancora attese le conferme ufficiali ma la notizia è rimbalzata in diverse testate in giro per il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *