Rally di Turchia: la mattinata del Day1 va alla coppia Mikkelsen-Jaeger

Il norvegese chiude la mattinata davanti alle due Citroen di Breen e Ostberg

La classifica rimane proprio come l’avevamo lasciata ieri sera dopo la SS1. Dopo il dominio Hyundai del Giovedì con la conquista dello Shakedown di Thierry Neuville e della SS1 di Andreas Mikkelsen, anche questa mattina il nome la in cima è sempre il suo. Una mattinata molto difficile, con prove veramente per “uomini veri” e che ha messo le vetture e gli stessi piloti ad una dura prova. Andreas Mikkelsen dopo aver conquistato la SS4 çiçekli si trova al comando della classifica generale, davanti ad un Breen che proprio nell’ultima stage gli è mancato qualcosa per chiudere la mattinata in testa. Segue un ottimo Mads Ostberg, che sembra stia ripagando a modo la fiducia del team. Andiamo a scoprire tutti i dettagli delle tre prove mattutine.

PS2 çetibeli 1 (38.1 km)

Prova difficile, come si preannunciava e una delle più lunghe del programma. A fare da protagonista è stata la polvere e le numerose pietre sul tracciato che hanno creato non pochi problemi ai piloti. A staccare il miglior tempo è stato Craig Breen che si è imposto sulle due Hyundai di Paddon e Mikkelsen con un vantaggio di +4.8 e +7.3. Col quarto tempo vediamo l’altra Citroen del norvegese Mads Ostberg con un ritardo di +9.3. Molto nascosti per ora i “tre dell’ave maria” con i leader della classifica generale Thierry Neuville sesto a +17.6, Sebastien Ogier ottavo a +23.6 e la Toyota di Ott Tanak molto indietro decimo a +32.1. Nel Wrc2 la voce grossa è sempre quella del ceco Jan Kopecky che chiude a soli 5 decimi dal nostro Simone Tempestini, terzo Pontus Tidemand mentre il distacco su Kajto in quarta piazza è davvero notevole, +43.9. Nel Wrc3 il tedesco Julius Tannert stacca lo svedese Radstrom di solo 1 secondo e Torn in terza piazza a +48.4. Emil Bergkvist quarto a +49.3 e Devine a +55.5. Distacchi notevoli per i piloti Ford Franceschi e il nostro Enrico Oldrati rispettivamente a +1.58.7 e +2.17.8

Le parole dei protagonisti:

Mads Ostberg:

Ho faticato nella polvere e non riuscivo a pulire il parabrezza. Una cosa stupida, ma la sensazione era OK.

Esapekka Lappi:

Andata bene! Diciamo che gli ultimi 10 km sono stati belli, davvero carini. Ma l’inizio era così scivoloso, e nel mezzo era come un muro di polvere. Ci sono così tante rocce sul lato della strada

Ott Tanak:

C’è veramente tantissima polvere sul tracciato, non c’è davvero quasi nessuna possibilità di guidare. Tanta polvere in molti punti

PS3 Ula 1 (21.75 km)

Dopo un avvio abbastanza ampio e veloce, il palco diventa tortuoso e stretto sempre con diversi problemi di visibilità causa polvere. Il più veloce è stato Thierry Neuville che stacca di soli +2.1 un ottimo Mads Ostberg che con la sua Citroen sta convincendo molto. A +2.6 troviamo Sebastien Ogier che piano piano sta guadagnando secondi importanti in classifica generale. Il leader della classifica provvisoria Craig Breen chiude in quinta posizione con un ritardo di +4.3, mentre faticano le Toyota di Latvala e Lappi rispettivamente settimo e nono. Chiudono la top 11 le due ford di Suninen ed Evans. Nel Wrc2 la solita favoletta, Kopecky al comando. Rifila un +6.9 all’altra Skoda ufficiale dello svedese Tidemand che ora si ritrova ad inseguire in generale a +9.0 mentre un ottimo Tempestini chiude terzo anche in questa prova con un distacco di +26.5 dal leader della gara. Nel Wrc3 stacca il miglior tempo Franceschi su Ford, seguito dagli scandinavi Bergkvist e Torn. Problemi per Oldrati

Le dichiarazioni dei piloti:

Thierry Neuville: 

Le condizioni lungo la strada sono orribili, non ci sono linee. Ho cercato di fare una buona prova e la macchina sta lavorando piuttosto bene

Sebastien Ogier: 

La prova è ok. La polvere non era un grosso problema in questa stage, ma non posso comunque essere felice del mio tempo. Non so perché, ma eravamo lenti

Andreas Mikkelsen: 

Ho cercato di risparmiare un po le gomme in vista delle prossime prove. Diventa sempre più ruvido e quindi sono stato un po cauto quando ho potuto

PS4 çiçekli 1 (12.57 km)

Prova con meno problemi, e feeling migliori per i piloti che sembrano aver trovato la giusta quadra con la propria vettura. Il risparmio delle gomme nella precedente stage ha fatto si che Andreas Mikkelsen si portasse davanti a tutti e così è stato, davanti a un Ogier in netta ripresa ed al compagno di squadra Thierry Neuville. Bene Ostberg in quarta piazza a +3.1 un po meno Ott Tanak, quinto, che ora si trova ad inseguire in generale in nona piazza a +33.4. Breen perde qualcosina, mentre ancora molto male le Ford di Suninen ed Evans ed un Jari-Matti Latvala in difficoltà in questa speciale. Zampata di Tidemand nel Wrc2 che vince la stage guadagnando +4.0 sul compagno di squadra e leader della classifica Jan Kopecky. Tempestini amministra in terza posizione pagando +16.5, mentre ancora molto ampio il distacco delle prime tre vetture rispetto le altre. Wrc3 che non regala molte sorprese, Franceschi butta via una buona occasione per riagganciare le posizioni più alte ma paga +46.5 sull’estone Torn, che vince la prova seguito da Denis Radstrom e il leader della classifica provvisoria Julius Tannert.

Mikkelsen soddisfatto della strategia, Jari-Matti disperato:

Ott Tanak: 

Questa strada era abbastanza liscia, niente di troppo speciale

Andreas Mikkelsen: 

L’ultima tappa ha fatto la differenza sul risparmio delle gomme. Penso di aver fatto la scelta giusta

Jari-Matti Latvala: 

Non capisco. Pensavo di aver fatto una bella corsa. Non ho una possibilità, sono assolutamente stupito! La mancanza di aderenza è, di sicuro, un problema

 

Sotto la classifica aggiornata alla PS4:

Si riprenderà alle 12:37 italiane per il secondo round della giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *