ERC, Rally Poland 2018: Gryazin vince una lotta incredibile contro Huttunen, Lukyanuk CAMPIONE!

Un penultimo round dell'ERC davvero denso di emozioni, sulle velocissime speciali polacche

Si è concluso, con parecchi colpi di scena, il PZM Rajd Polski 2018, il Rally di Polonia, settimo appuntamento del Campionato Europeo Rally 2018.

Base sempre nella cittadina di Mikołajki, medie mozzafiato ed iscritti di prim’ordine, oltre ad un numeroso pubblico. Se Lukyanuk aveva già praticamente vinto il campionato, ha comunque buttato sulla PS3 un’altra possibilità di podio, a causa di un incidente (e dello stesso destino sulla stessa prova è finito anche il polacco Peniaszek), lasciando scampo ai due giovanissimi fenomeni Nikolay Gryazin (russo, 20 anni, Skoda Fabia R5, SRT/Movisport) ed il finlandese Jari Huttunen (24anni, Hyundai i20 R5 Hyundai Development Prrogram), i quali hanno regalato una corsa davvero emozionante sugli oltre 210 km di prove speciali in programma.

Ed alla fine, dopo due giorni di battaglia, ad uscirne vincitori sono stati Nikolay Gryazin e Yaroslav Fedorov, i quali a bordo della loro Skoda Fabia R5 hanno staccato i secondi classificati di soli 8.3 secondi, anche grazie all’errore proprio di Huttunen-Linnkaeto ad uno degli ultimi controlli orari, prendendosi 10 secondi di penalità.
Ora il pilota russo si è riportato in corsa per il titolo ERC JU28, pronto a giocarsi tutto all’ultima gara, il Rally Liepaja, contro il tedesco di Skoda Deutscheland Fabian Kreim e l’inglese Chris Ingram, tutti e 3 a bordo di Skoda Fabia R5.

In questa compagine est europea è terminato al solo secondo posto generale, ma Jari Huttunen ha mostrato ancora una volta tutto il suo valore, a bordo della sua i20 R5 ufficiale Hyundai.
A dividerlo dalla vittoria sono stati solo 8.3 secondi, quando in realtà prima dell‘ultimo tratto cronometrato erano soli 2.9, ma una penalità ad un controllo orario ha compromesso le loro possibilità di vittoria.
Comunque un ottima gara per il giovane finnico, che è stato davvero contento della grande esperienza accumulata in questa gara ed ora per lui arrivano altri appuntamenti importanti in questo finale di stagione, come il prossimo Dynasure Wales Rally GB in categoria WRC2.

Al terzo posto finale, anche se il distacco dai primi due è stato di ben 2’25.9, il giovane britannico Chris Ingram, il quale nella giornata odierna ha allungato sugli inseguitori e si è assicurato questo bel podio sulla Skoda Fabia R5 di TOKSport WRT, molto utile anche nell’ottica di ERC J28, che però ora lo vede solo al terzo posto ad una gara dal termine.

Ed è proprio la classifica dei giovani under 28 che corrono su una vettura di classe R5 che vede al comando il quarto classificato di questa gara, il tedesco Fabian Kreim, pilota di Skoda Auto Deutscheland.
E proprio Kreim, navigato da Frank Christian, ha provato a tenere il passo di Ingram per aggiudicarsi il terzo posto, ma dopo un tentativo di attacco è stato costretto ad accontentarsi del quarto posto assoluto, a bordo della sua Skoda Fabia R5, a 2’43.2 dal leader.
Ed ora proprio il JU28 è riaperto, con poco più di 5 punti a dividere lui, ancora in testa, da Gryazin mentre Ingram insegue a 15 punti, quindi sarà il Liepaja a decretare il vincitore di questa speciale classifica.

Quinto assoluto, e primo posto dei locali, invece, Mikołaj Marczyk, il quale a bordo della sua Skoda Fabia R5 di Skoda Polska Motorsport ha chiuso una gara davvero ottima, a 3’27.0 dal vincitore con dei tempi sempre in crescendo, sopravanzando per poco il connazionale Lukasz Habaj, sempre in gara con una Skoda Fabia R5.

Nell’ERC2, invece, vittoria in solitaria per Marcin Słobodzian, Subaru Impreza N4, il quale ha concluso al dodicesimo posto assoluto, dopo una gara conservativa pensando anche ai punti del campionato.

A dispetto della categoria precedente, invece, l’ERC3 ed ERC U27 sono state davvero combattute, e dopo la sorpresa iniziale del cappottamento di Martins Seks, a vincere ci ha pensato l’altra Opel Adam R2B Ufficiale affidata allo svedese Tom Kristensson, davanti alla Peugeot 208 R2 di un ottimo Efrèn Llarena (staccato di soli 13.1 secondi), ed all’altra leoncina francese affidata al finnico Hokkanen, autore anch’esso di una prestazione positiva, staccato però da Kristensson di 2’14.0.
Alla fine è arrivato al traguardo anche il nostro Mattia Vita (Peugeot 208 R2B), nonostante le tante insidie intrinseche di questo rally molto insidioso, al quinto posto di R2 e quarto di ERC3, a constatare una ottima crescita step by step in un campionato di alto livello.

Tra le ERC Ladies, invece, vittoria in solitaria per la britannica Catie Munnings, Peugeot 208 R2B, mai comunque autrice di tempi quantomeno decenti durante tutto l’arco della gara.

Con questa gara, comunque, la classifica generale di campionato è andata ad Alexsey Lukyanuk, primo centro per lui nella serie, nonostante ciò però a Liepaja ci saranno grandi lotte per quanto riguarda l’ERC JU28, mentre a sua volta l’ U27 vede un importante e quasi incolmabile vantaggio di Seks al cospetto del compagno di squadra Kristensson.

Dopo questo spettacolare rally il circus del Campionato Europeo Rally si sposterà in Lettonia, per il Rally Liepaja (altro rally molto veloce su terra), dal 12 al 14 ottobre 2018, ove si prospetta una lista iscritti davvero di incredibile livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *