Trionfo iberico a Tandalò, vittoria per Palacio. Marrone vince nella categoria rally.

Successo di iscritti e pubblico per Tandalò.

Parla spagnolo la 3ª edizione della Cronoscalata di Tandaló – 3° Memorial Giuseppe Marroni. La manifestazione, unica nel suo genere nel panorama nazionale ed europeo e organizzata dal Tandalò Motorsport (Gigi Satta), dalla LRT Sardegna (Nicola Imperio e Giuseppe Pirisinu) e dalla drivEvent (Rudi Briani), ha visto infatti la vittoria di Jurado Palacio a bordo di un Kartcross col tempo complessivo di 13’59″73.

Alle spalle del velocissimo pilota iberico si sono piazzati i connazionali Lopez Planelles-Santa Cruz su una Peugeot 208 Proto in 14’02″34, seguito dal primo degli italiani Marcello Gallo su KEP 2 in 14’13″91. Ai piedi del podio hanno concluso il primo dei sardi, Giovanni Antonio Porcheddu (Proto VST) e Maurizio Baroni (Kawasaki Proto). Sesto posto per Ivan Sternieri (Proto Yacar) che ha preceduto Franco Canalis, vincitore delle scorse due edizioni.

Per quanto riguarda la sezione riservata alla categoria RALLY, continua il magic moment della famiglia Marrone, infatti dopo la vittoria del “piccolo” di casa Fabrizio allo Shardana, a Tandalò arriva la vittoria per Francesco Marrone navigato da Francesco Fresu su Peugeot 208T16 R5, in seconda posizione Andrea Carta in coppia con Antonello Carta al debutto con la Skoda Fabia R5. Completano il podio riservato alle vetture rally Marco Canu con Carlotta Piras su Mitsubishi Lancer EVO IX che festeggiano nel migliore dei modi il ritorno alle corse, dopo la nascita dei loro bimbi.

Buona la prestazione della driver milanese Rachele Somaschini in coppia con Sergio Marchetti che chiudono la loro gara al nono posto nella categoria rally (31° assoluti) alla loro seconda uscita con la Citroen DS3 R3T, ma sopratutto raccolgono fondi (oltre 1500 euro) per la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus, correndo con l’hashtag  #CorrerePerUnRespiro, l’avventura charity da lei ideata.

Grande successo di pubblico per la gara nel parco de Sa Conchedda che si sono goduti là due giorni di gara che ha visto al traguardo 59 vetture su una ottantina di partenti, confermando la durezza del percorso di 5 chilometri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *