WRC, italiani in Galles: Day2 in grande spolvero per Andolfi, Tempestini migliora, Brazzoli quarto di RC4

Un altro giorno, altre mille difficoltà nel percorso del Wales Rally GB 2018, con oggi molti km cronometrati senza alcuna assistenza

Erano ben 150 i km cronometrati in programma oggi al Rally del Galles, undicesimo appuntamento stagionale per quanto concerne il World Rally Championship 2018, con tre equipaggi tricolore al via, ed una giornata di oggi formata da ben nove tratti cronometrati senza assistenze intermedie, vediamo com’è andata.

Dopo il dramma sulla PS8 e la perdita di oltre 5 minuti a causa di una foratura Fabio Andolfi ed Emanuele Inglesi, a bordo della loro Skoda Fabia R5 by Motorsport Italia, hanno iniziato questo sabato con il piede giusto, e continuato anche meglio, con tempi davvero ottimi , sempre intorno ai 6-7 decimi a km dalle Fabia ufficiali, denotando davvero la grande qualità del driver savonese, che è stato capace di rimontare fino alla decima posizione di RC2, nona tra gli iscritti a campionato WRC2, quando i 55km di PS previsti domani potrebbero riservare ancora qualche sorpresa…

 

Continua l’annata difficile anche per Simone Tempestini e Sergiu Itu, che a bordo della loro Citroen C3 R5 sono comunque riusciti oggi a vedere la “luce in fondo al tunnel”, con finalmente tempi di rilievo sotto al sec/km ed una confidenza che pian piano sta arrivando sul nuovo mezzo del double Chevron, che il duo italo-rumeno porta in gara sotto veste ufficiale.
Anche per loro senza le sfortune di ieri con oltre 3min e mezzo lasciati per strada le cose sarebbero state probabilmente diverse, ma questo nono posto di RC2 ed ottavo di WRC2 al momento è comunque positivo, visti anche parziali interessanti.

 

Altra gara, altro risultato ed arrivo (quasi) assicurato per Enrico Brazzoli e Luca Beltrame, che a bordo della loro Peugeot 208 R2B hanno mantenuto un passo costante per tutto il giorno posizionandosi al quarto posto di RC4, e secondo di WRC3, davvero oro in ottica campionato, anche in virtù del ritiro del rivale J.B Franceschi (Ford Fiesta R2T).

 

Insomma, dopo la sfortuna di ieri, oggi buona giornata dei nostri, che sui 55km di prove speciali previsti per domani cercheranno ancor più di rendere valore a tre diverse, ma a loro modo positive, gare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *