WRC2, Kalle Rovanpera post-Galles:"Felice, grande gara! Difficile dover alzare il piede e controllare la gara!"

Entusiasmo, gioia e tanta maturità per il campioncino del futuro reduce da una grande vittoria al Rally del Galles

Una vittoria che sottolinea l’incredibile crescita, la maturità e la bravura di un pilota che lascia sempre più dimenticare l’appellativo di figlio d’arte. Kalle Rovanpera vince in maniera perentoria il Rally del Galles 2018. Vince, convince e grazie all’ottimo risultato conquista anche 2 punti mondiale grazie al nono posto definitivo.

Al termine della gara, il giovane neo-maggiorenne Rovanpera, si è seduto alla conferenza FIA che andiamo a riportare tradotta:

Kalle che gara, l’anno scorso hai fatto il tuo debutto qui – quest’anno hai dominato la tua categoria! 

Grazie mille. È stato un bel regalo dato che lunedì è stato il mio compleanno. Mi sento davvero bene, felice. L’anno scorso non è andata bene, ma quest’anno mi sono riscattato.

La tua velocità in Brenig è stata sorprendente, parlacene… 

In realtà, penso che il venerdì sia stato il più divertente, ho spinto tanto. E ‘stato davvero bello e una buona prestazione da parte nostra, per di più non abbiamo commesso errori e tenuto per tutta la gara un buon passo.

Ci sono stati momenti difficili? 

No. Non ci sono stati momenti duri. E’ andato tutto alla grande

Ti sono piaciute le prove di questa gara? 

Molto belle si. Però devo ammettere che non è così facile e divertente dover gestire la gara senza spingere liberamente. Sono quindi molto contento che ho anche saputo gestire intelligentemente il mio ritmo e saper non rischiare e guidare al limite.

Quando hai pensato di alzare il piede e iniziare a gestire la gara? 

Mi sono detto, quando arrivo ad un minuto di vantaggio sul mio inseguitore allora alzo e inizio a gestire. E’ andata bene.

Grande passo, riuscirai a mantenerlo? 

Sì, abbiamo guidato gli ultimi tre eventi e stiamo crescendo. Ci mancava la vittoria e finalmente è arrivata. Non vediamo l’ora di correre un altro evento perchè ripartire con una vittoria alle spalle è grandioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *