WRC3 - Brazzoli - Beltrame al via del Rally RACC Catalunya

Il giovane equipaggio può giocarsi il titolo contro Lario e Cook

La corsa al titolo WRC3 2018 è agli sgoccioli e restano solo due appuntamenti (Spagna ed Australia) per aggiudicare il Campionato del Mondo riservato alle vetture a due ruote motrici. I mattatori del JWRC (gli svedesi Emil Bergkvist e Denis Rådström) non saranno al via degli ultimi appuntamenti della stagione, il francese Jean-Baptiste Franceschi ed il britannico Tom Williams non possono più segnare punti e, di conseguenza, a potersi giocare il successo restano solo Enrico Brazzoli, il finlandese Taisko Lario e l’inglese Louise Cook.

A tutti e tre i piloti la matematica concede la chance di aggiudicarsi il Campionato ma tutto dipenderà dall’esito finale delle due rimanenti gare.

Enrico Brazzoli, come di consueto affiancato da Luca Beltrame, tornerà al volante dell’affidabile Peugeot 208 R2 gestita dal Team Vieffecorse con cui ha conquistato un brillante secondo posto WRC3 in occasione del Wales Rally GB disputato due settimane fa. Per lui sarà la terza partecipazione alla gara spagnola (primo nella Production Cup nel 2015 e quinto tra le WRC3 nel 2016) ed affronterà la gara mettendo a frutto l’esperienza maturata in passato sulle strade catalane.

Seguono le sue dichiarazioni in vista della gara mondiale spagnola:

Al di là del fatto che dovremo affrontare fondi stradali differenti, per noi questa gara non sarà certo facile: per restare in corsa per il titolo mondiale, infatti, non dobbiamo commettere alcun errore e raggiungere il traguardo ad ogni costo. Questo comporterà una concentrazione elevatissima ed una condotta di gara assai accorta per non compromettere le nostre chance di vittoria finale.

Come in Germania ed in Galles ce la giocheremo con il finlandese Taisko Lario, che ha dimostrato di avere un buon passo ed sarà determinato ad aggiudicarsi il massimo del punteggio: per lui è l’ultima gara valida e darà il tutto per tutto per stare davanti a noi. In accordo con il Team e con gli sponsor, ho deciso di non lasciare nulla di intentato e mi sono iscritto anche al Rally Australia del prossimo novembre: abbiamo l’opportunità, direi unica a 53 anni, di provare a laurearci Campioni del Mondo e faremo l’impossibile per ripagare in modo concreto tutti quanti ci hanno aiutato nelle ultime stagioni”.

Il programma della gara prevede le verifiche tecniche a Salou nel pomeriggio di mercoledì 24 ottobre e lo shakedown, sempre a Salou, nella mattinata di giovedì 25, a cui seguiranno, nel tardo pomeriggio, la cerimonia di partenza e la Prova Spettacolo a Barcellona. Venerdì 26 è prevista la disputa delle prime sei Prove Speciali su fondo sterrato (tre differenti da ripetere in due occasioni, per 145 km. totali). La gara proseguirà su strade asfaltate nelle giornate di sabato 27 (sette P.S., per ulteriori 122 km.) e domenica 28 (altre quattro Prove, per 62 km. in totale) e si concluderà sul lungomare di Salou dopo 332 km. di impegni cronometrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *