WRC Rally di Spagna, italiani: Brazzoli domina, bene Andolfi, Tempestini out

Un day 2 davvero niente male per i nostri colori, se non fosse per un'uscita di strada accaduta a Simone Tempestini e la sua Citroen C3 R5

Dopo la terra…è arrivato l’asfalto al Rally Catalogna 2018, e con esso la pioggia, e tante insidie.
Vediamo com’è andata ai nostri portacolori, ben sei al via, dopo purtroppo il ritiro sfortunato di ieri per Andolfi ed Arengi i quali comunque sono ambedue rientrati  in gara oggi a bordo delle loro vetture R5.

Se si potesse immaginare una stagione fortunata, non sarebbe certo il 2018 di Simone Tempestini, che navigato da Sergiu Itu, stava compiendo una notevole prova di forza quando sulla SS13 purtroppo sono usciti di strada gettando al vento quella che sarebbe stata un’ottima sesta posizione di WRC2.
Dovrebbero comunque riuscire a rientrare domani, a bordo della loro Citroen C3 R5 ufficiale curata da PH-Sport, nonostante la classifica generale sia oltremodo compromessa.

Fabio Andolfi e Simone Scattolin, invece, dal canto loro, sono rientrati in gara ed hanno fatto segnare ottime prestazioni, nonostante condizioni talvolta avverse, a bordo della loro Skoda Fabia R5 di Motorsport Italia.
Nonostante ormai la classifica andata e le condizioni “nuove” per loro, sulla SS12 sono stati capaci anche di un terzo tempo di PS, nel WRC2, con una generale di DAY2 che li vede al quinto posto, a dispetto della comunque positiva ottava considerando tutte le PS disputate finora, nonché ventesima assoluta.
All’equipaggio di Aci Team Italia restano ancora comunque le PS di domani da disputarsi, per fare ancora esperienza in vista della prossima stagione dove probabilmente gli rivedremo nel WRC2.

 

“La costanza porta i risultati” diceva il saggio, “noi saremo costanti e vincenti” dicevano Brazzoli e Beltrame.

E così facendo, Enrico Brazzoli e Luca Beltrame, stanno piazzando, dopo due giorni, la loro Peugeot 208 R2B curata da Vieffecorse al primo posto della classifica riservata al WRC3, lasciando indietro avversari, paure, sfortune con un solo obbiettivo davanti: Il titolo mondiale!

Nella giornata odierna il driver di Saluzzo si è comportato davvero bene, restando in testa tra gli iscritti al WRC3 ed avanzando fino al quarto posto nella classifica di classe riservata alle R2.
Un passo notevole, con la consapevolezza del non dover sbagliare, e l’obbiettivo dei 25 punti in classifica sembra sempre più vicino, ed è proprio ciò che lo metterebbe nelle condizioni del dover “solo” arrivare in Australia per vincere il mondiale WRC3, e sarebbe davvero un risultato notevole.

Per ora, comunque, bando alle ciance, sono primi di WRC3, quarti di RC4 e 31esimi assoluti, in attesa della giornata di domani ove usciranno i verdetti finali.

Sono rientrati in gara, i sardi Fabrizio Arengi e Fabio Salis, dopo le sfortune del pregara. A bordo della loro Peugeot 208 R5, infatti, hanno corso una giornata all’insegna del divertimento, chiudendola al 48esimo posto assoluto e 21esimo di WRC2, nonostante la giornata di venerdì praticamente saltata.

L’obbiettivo dell’arrivare sul palco d’arrivo col sorriso sulle labbra è conteso anche da Carlo Covi e Simone Angi, i quali a bordo della loro Peugeot 208 R2B stanno facendo un’ottima gara, con un ottimo decimo posto di classe, e 41esimo assoluto, che sperano di riconfermare anche domani.

In gara in Spagna ci sono anche i sardi Paolo Ravaglione e Marco Demontis, a bordo di una Ford Fiesta R2T curata da Rally Sport Evolution, i quali con costanza e determinazione stanno migliorando speciale dopo speciale, occupando al momento la 47esima posizione assoluta, e 14esima tra le RC4, in attesa di divertirsi ancora sulle PS iberiche domenica.

Si, perché per completare questo RACC Rally Espana mancano ancora 61km cronometrati, che possono ancora riservare molte sorprese. L’appuntamento è su WRC All Live a partire dalle 6:45, ed ovviamente qui su Rallyssimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *