WRC3 - A tu per tu con Luca Beltrame "L'ultima prova é stata infinita!"

Abbiamo raggiunto Luca Beltrame, fresco Campione del Mondo WRC3 dettando le note ad Enrico Brazzoli.  Una bella chiacchierata in cui abbiamo ripercorso la trionfale stagione di Enrico (Che sentiremo nelle prossime ore) e Luca.

Ciao Luca! Partiamo dall’inizio, pronti via….vittoria al Rallye Monte-Carlo! Raccontaci l’emozione e la difficoltà della gara monegasca

Montecarlo è sempre una gara molto affascinante e mitica, nella quale l’esperienza conta moltissimo, quindi concluderla con la vittoria nel WRC3 alla prima gara assieme con Enrico è stata un’emozione unica. Alla fine dell’ultima prova un gruppo di italiani ci ha fatto scendere dalla macchina sventolando il tricolore credo che rimarrà uno dei più bei ricordi di quella gara

Seconda gara stagionale è stata la Sardegna. Gara estremamente tosta, chiusa quarti di classe…forse la gara più dura della vostra stagione?

La Sardegna, nonostante sia per noi la gara di casa, sapevamo fin da subito che sarebbe stata molto difficile, specialmente con una vettura a 2 ruote motrici. Purtroppo i nostri presentimenti si sono rivelati fondati e abbiamo dovuto ricorrere al super rally per cercare di terminare la gara e incamerare punti preziosi per la nostra rincorsa al titolo.

In Germania e Galles arriva un doppio secondo posto…due gare diverse tra loro, ma concluse entrambe sul podio con tempi di assoluto rilievo.

Dopo il piccolo passo falso della Sardegna abbiamo capito che nelle restanti gare del campionato non avevamo più jolly da giocare ma dovevamo cercare di portare a casa più punti possibili. La Germania è una gara molto affascinante e veloce, con tantissimo pubblico e tantissimi italiani che hanno deciso per un ferragosto alternativo venendo ad assistere alla manifestazione Il Galles invece merita un discorso a parte, Enrico era dall’inizio dell’anno che me ne parlava e dopo le ricognizioni ho capito perchè, è veramente la gara più bella di quelle alle quali ho partecipato. Un percorso molto bello ed affascinante, con un fondo scivoloso ma al contempo molto compatto che non si scava, quindi anche con una 2 ruote motrici ti diverti molto. In entrambe le occasioni abbiamo portato a casa un secondo posto e i relativi 18 punti.

Arriviamo in Spagna , la lotta al titolo era tra voi , Lario e la Cook, Che rapporto se creato tra voi e i vostri competitors?

Sia con Lario, che con la Cook, ma anche con Franceschi, si è instaurato un ottimo rapporto; sia di stima reciproca che di gioco e scherzo, dal vivo che sui social media pre e post gara.

Arriviamo al Catalunya, stage 18 l’ultima della gara, quanta emozione c’era nel percorrere quei 14.5 km che vi separavano dal titolo?

Ma un po tutta la domenica lo è stata, in macchina continuavo a tendere l’orecchio per sentire ogni rumore strano che si poteva verificare, abbiamo veramente condotto la vettura con i guanti di velluto per paura che un piccolo errore potesse vanificare tutto ciò che avevamo costruito da Montecarlo in poi. Lungo l’ultima ps continuavamo a tenere d’occhio il GPS che ci indicava il chilometraggio affrontato e sembrava che fosse al rallentatore. Poi siamo passati davanti alla fotocellula e siamo esplosi in un urlo di gioia. Quando a novembre dell’anno scorso mi ha contatto Enrico proponendomi di fare insieme il WRC3 io ero da subito molto elettrizzato da questo programma, ma entrambi eravamo consapevoli di farlo per puro divertimento senza ambizioni di classifica.In macchina si è subito creato un ottimo feeling, indispensabile per affrontare gare di questo tipo, e la vittoria di Montecarlo ci ha fatto pensare che avremmo potuto magari chiudere la stagione nei primi 5/6. Dopo la Germania abbiamo iniziato a sognare un ipotetico podio del WRC3. Mentre dopo il Galles, analizzando bene la classifica abbiamo iniziato a pensare che con una buona condotta di gara e una buona strategia non era poi così escluso vincerlo. e cosi è stato!!! Di fatto saremo gli ultimi campioni del Mondo WRC3!

Un risultato che purtroppo, tolto i siti specializzati non ha fatto eco in Italia…un’occasione persa non trovi?

Purtroppo è tutto l’anno che i media danno poco risalto alla nostra avventura nel WRC3 e non so per quale motivo, avranno ritenuto più importanti altri campionati o risultati. Io ho sempre corso perchè mi piace farlo, per le emozioni che provo, perchè vedo che il mio apporto in macchina è utile durante lo svolgimento della gara (prima, durante e dopo) e soprattutto perchè è lo sport più bello del mondo; sepoi non parlano di noi amen, Io ed Enrico sappiamo quanto è stato difficile e quanta soddisfazione porta questo risultato, l’occasione l’hanno persa loro, non noi di sicuro!

Squadra che vince non si cambia…il 2019 cosa vi riserverà? 

Approfito innanzi tutto di questo spazio per ringraziare Enrico per avermi scelto per affiancarlo in questa bellissima avventura, ci siamo divertiti tantissimo sia in gara che nei momenti di relax, dopo aver battagliato nelle gare storiche, vincere un titolo mondiale assieme è qualocsa di fantastico. Un mega grazie alla Vieffecorse, per averci consegnato nelle mani una vettura affidabile sotto ogni punto di vista e averci seguito con un lavoro da top team!! Adesso festeggeremmo il titolo come si deve, andando a correre in Australia onorare al massimo il titolo appena conseguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *