Pierre Budar e i bilanci di una stagione travagliata

Il patron Citroen parla dell'annata mondiale appena conclusa

Citroën Total Abu Dhabi WRT chiude positivamente una stagione complessa e travagliata facendo segnare il suo quinto podio stagionale al Rally d’Australia. A conquistarlo è stato il pilota norvegese Mads Østberg navigato dal fido Torstein Eriksen, sottolineando il miglioramento della squadra nella seconda metà dell’annata mondiale.

Sentiamo ora il team principal di casa Citroen, Pierre Budar che fa qualche bilancio sulla gara e sulla stagione:

Come valuteresti questo finale della stagione?

Chiaramente, siamo contenti di questo nuovo podio, che arriva dopo le bella vittoria in Spagna. In particolare, abbiamo avuto un’apertura eccellente, sfruttando al massimo la nostra buona posizione su strada, con le nostre vetture nelle prime due posizioni alla fine del primo giorno. Nonostante le cose non siano andate abbastanza bene sabato con alcuni errori, Mads è comunque riuscito a rimanere sempre vicino alla zona podio. Sapevamo che, date le stage della domenica e il meteo previsto, poteva succede ancora di tutto nel finale di gara. E così è stato, le condizioni di guida insidiose hanno fatto saltare alcuni equipaggi, mentre Mads ha approfittato della situazione, mostrando la sua solidità e sicurezza.

Qual è la tua analisi alla fine della stagione 2018?

Ovviamente, è stata una stagione segnata da parecchi alti e bassi. Direi che la seconda parte della stagione è stata meglio. Abbiamo segnato podio in Finlandia (2 °) e qui in Australia, oltre alla nostra vittoria in Spagna. In effetti, vorrei cogliere l’occasione per ringraziare di cuore sia Mads e Torstein sia Craig e Scott, per il loro supporto datoci durante l’anno. Hanno sempre dato tutto e dato un contributo sostanziale a cambiare le cose nella seconda parte della stagione. Abbiamo anche stabilito forti legami con loro quest’anno. E’ cambiato il modo di lavorare del team, e penso che ciò significhi che possiamo guardare al 2019 con più certezza, rilassatezza e fiducia. Voglio però ricordare che stiamo ancora attraversando una fase di trasformazione, e per completarlo dobbiamo continuare a lavorare sodo e migliorare ulteriormente tutto quanto. Le cose stanno gradualmente prendendo sempre più concretezza e la direzione è quella giusta.

Il 2019 è quasi alle porte … cosa ti aspetti?

Non appena torneremo in Europa, ci prepareremo a ricominciare i test con i nostri nuovi equipaggi, in modo che possano avere un’idea della C3 WRC e che possano continuare a contribuire al suo sviluppo. Sappiamo da tempo che lavoreremo insieme a Seb, ma ora sta per diventare reale e la prospettiva di crescere concretamente è fonte di grande motivazione per l’intera squadra! Non vediamo l’ora di cominciare.

Sono intervenuti anche i due piloti del double chevron che hanno commentato la loro gara australiana:

Craig Breen

Non è stata una prova facile per noi, soprattutto dopo l’errore che ci ha costretto a partire per primi su prove particolarmente insidiose. Ma sono contento del ritmo che siamo riusciti ancora una volta a tenere al volante della C3 WRC, in particolare nella prima giornata.

Mads Ostberg

È stato un gran week-end, con momenti più entusiasmanti in particolare venerdì quando siamo saliti in testa, e momenti in cui siamo stati meno brillanti. Non è stato facile riprendere dopo la pausa della Gran Bretagna, ma non abbiamo mai mollato e anche oggi abbiamo continuato a mettere i rivali sotto pressione. Questo risultato ripaga la solidità dimostrata su queste speciali estremamente scivolose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *