Latvala e Paddon durante la conferenza FIA del Rally d'Australia

Latvala felice delle vittoria e del titolo costruttori! Paddon soddisfatto della prestazione, ma col dubbio futuro

Il Rally d’Australia va a concludere al meglio la stagione di JML. Il pilota Toyota, stava per finire il campionato a secco di vittorie, come mai gli è successo in carriera. L’esperto finlandese ha così analizzato la gara durante la conferenza FIA tenutasi al termine della gara

Mi ero arreso. Ormai non ci credevo più. Pensavo sarebbe stato il mio primo anno con zero vittorie nel WRC. Le statistiche oltretutto dicevano che ogni anno almeno una gara l’avevo sempre vinta. Mi consolavo col fatto che riuscire a portare a casa il costruttori sarebbe stato decisamente più importante che vincere una gara durante la stagione. Sono molto contento, la seconda parte del campionato è stata buona e ho chiuso in bellezza vincendo l’ultima gara dell’anno.
Quando lavori duramente e non vedi i risultati che ti spettano, ti spegni, perdi le motivazioni. Questa è stata una vittoria importante, ma più importante ripeto è stato il Campionato Costruttori.

Parlando della gara australiana devo dire che è stato un rally tosto, difficile. Le condizioni, sopratutto della domenica lo hanno sottolineato. Già giovedì abbiamo avuto le previsioni del tempo che dicevano che sarebbe piovuto il venerdì o il sabato, ma la pioggia non è arrivata venerdì e sabato solo in super speciale. Abbiamo risparmiato le gomme morbide per l’ultimo giorno e poi è arrivata la pioggia. Il mio unico obiettivo era quello di ottenere più vantaggio da Hayden, ma non pensavo di vincere questo evento. Sul bagnato però, le condizioni erano a mio favore e mi davano la possibilità di attaccare. Mi stavo divertendo, ma il rischio che qualcosa andasse storto era molto alto, quindi mi sono dovuto calmare. Poi Ott è uscito e così è arrivata la vittoria. Parlando con Tommi gli ho detto che avrei continuato a guidare controllando, senza prendere grossi rischi. Avevamo bisogno di portare la macchina al traguardo.

L’anno scorso ho rotto la sospensione, ma quest’anno sapevo che non potevamo permetterci di perdere. Non volevo passare un triste Natale, ne volevo uno felice!

L’anno prossimo ci sarò!

Sentiamo anche le parole a fine gara del pilota Hyundai, Hayden Paddon che, dopo una stagione difficile ha chiuso in bellezza conquistando un secondo posto che manda qualche segnale alla casa coreana.

Sono molto contento di come è finito il weekend di gara. È la prima volta da tanto tempo che abbiamo conquistato un podio invece di doverci accontentare di un buon piazzamento. Devo dire che ero un po’ nervoso oggi perché non me la sono sempre cavata benissimo quando il fondo diventa scivoloso. Ma invece le modifiche apportate prima della Finlandia, mi sono servite parecchio anche in questa manifestazione. Non ho avuto alcun problema.

La stagione è stata parziale, ma guidare un rally è come andare in bicicletta. Ti metti il ​​casco e vai e non ti dimentichi di come si faccia. Trovi il giusto ritmo, trovi la giusta velocità e il resto lo fa la vettura. Non posso usare questa come scusa. Sono un pilota da parecchi anni e quando ho l’opportunità  di salire in macchina cerco di godermela il più possibile e fare il massimo.

Abbiamo fatto di tutto per aiutare la squadra a conquistare il titolo costruttori, noi abbiamo fatto il massimo, ma non è servito.

Per quanto riguarda il futuro non so cosa mi riservi. Vorrei restare alla Hyundai, ma ancora non so se questo sia stato il nostro ultimo rally oppure no. Vediamo cosa succede nelle prossime due settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *