CIRT - The final countdown! Marchioro, Trentin e Ceccoli a caccia del trono

Statistiche, curiosità, dati e parole dei tre protagonisti della volata finale

La nona edizione del Tuscan Rewind, gara organizzata da Prosevent, offrirà il palcoscenico ideale per chiudere il CIRT su alcune delle strade bianche più illustri, selettive ma soprattutto cariche di storia del panorama nazionale.

Andiamo a scoprire tutto, ma proprio tutto sui tre protagonisti che si contenderanno il Campionato Italiano Rally Terra.

La classifica al momento vede Marchioro al comando con 61 punti, seguito da Trentin con 58 punti e Ceccoli con 55 punti

NICOLO’ MARCHIORO – MARCO MARCHETTI (SKODA FABIA R5 – RB MOTORSPORT) 

Vettura: Skoda Fabia R5 – RB Motorsport
Pneumatici: Yokohama
Scuderia: MRC Sport
Vittorie: 1 all’Adriatico 2018
Podi: 2
Prove speciali vinte: 14
Rally leadership: 14

Queste le sue parole rilasciate ad ACISport:

È stata una stagione fatta di alti e bassi per quanto mi riguarda. Siamo partiti un po’ ad handicap, dato che la prima gara al Liburna non è andata affatto bene, già dalla seconda al Vermentino è andata un po’ meglio, poi nelle due gare centrali affiancati al CIR sono invece sono riuscito ad andare forte. Poi l’ultimo appuntamento al Nido, purtroppo, abbiamo avuto nuovamente un calo di rendimento. Ad inizio stagione pensavo di poter ambire al vertice del campionato, partendo sempre con l’ottica di vincere ad ogni gara. Quando effettivamente sono arrivati quei due risultati sono riuscito a raggiungere la piena consapevolezza delle mie capacità e del mezzo. Ora che siamo a questo punto lotteremo fino all’ultimo. Sinceramente penso che questa sia la mia miglior stagione in assoluto. Di sicuro il momento più alto è stato proprio nei due episodi con il CIR – Rally San Marino e Rally Adriatico – dove sono riuscito a trovare due podi assoluti affianco ai professionisti. Per me è già stato un ottimo risultato e una grandissima soddisfazione ottenere questi due piazzamenti assoluti. Non so spiegare il perché di un rendimento alto proprio in quei due rally. In generale riesco a tirar fuori le mie caratteristiche su gare lunghe con un chilometraggio maggiore, forse è per questo. Di solito parto sotto tono e poi prendo ritmo e riesco ad essere competitivo. Nelle gare corte sei subito tagliato fuori. Quest’anno ho patito molto a Volterra con problemi al cambio. È stata la gara dove ho trovato maggiori difficoltà.

MAURO TRENTIN – ALICE DE MARCO (SKODA FABIA R5 – STEP FIVE MOTORSPORT) 

Vettura: Skoda Fabia R5 – Step Five Motorsport
Pneumatici: Michelin
Scuderia: Movisport
Vittorie: 1 al Nido dell’Aquila
Podi: 4
Prove speciali vinte: 6
Rally leadership: 7

Queste le sue parole rilasciate ad ACISport:

Pensare che in questa stagione non dovevamo neanche partecipare. Infatti siamo partiti , dopo l’assenza al Liburna, direttamente dalla seconda gara nel Rally Vermentino grazie al supporto di Step Five. Abbiamo iniziato subito con il piede giusto e siamo stati ottimisti sin dall’inizio. Poi nelle gare successive abbiamo sofferto un po’ troppo, tra scelte sbagliate di regolazione e vicissitudini varie non abbiamo ottenuto quanto speravamo e non siamo riusciti ad essere competitivi come volevamo, anche se i punti sono sempre arrivati. Nelle difficoltà siamo riusciti a rimanere a galla e in piena corsa. Al Nido dell’Aquila abbiamo fatto delle regolazioni che hanno pagato e abbiamo riaperto il discorso primato anche per noi. Ora andiamo al Tuscan per difendere la nostra posizione di vantaggio al netto degli scarti. Le maggiori difficoltà le ho trovate a San Marino, perché con tutto quell’asfalto ho sbagliato delle scelte e l’’approccio individuale. Ho fatto fatica in quel frangente della stagione a trovare l’assetto della vettura, anche all’Adriatico. Pensavo di andare forte, invece no: era una lotta continua con la macchina invece di aumentare il feeling. Mi accorgevo di non sfruttarla al meglio per colpa mia. Poi abbiamo lavorato insieme al team per il Nido dell’Aquila e da subito mi sono sentito in confidenza, già dallo shakedown. I risultati si sono visti e lì è arrivata evidentemente la mia migliore prestazione.

DANIELE CECCOLI – PIERCARLO CAPOLONGO (SKODA FABIA R5 – PA RACING) 

Vettura: Skoda Fabia R5 – PA Racing
Pneumatici: Pirelli
Scuderia: Scuderia San Marino
Vittorie: 1 al Rally San Marino
Podi: 4
Prove speciali vinte: 14
Rally leadership: 14

Queste le sue parole rilasciate ad ACISport:

Il campionato è stato piuttosto difficile e impegnativo. La concorrenza è stata sempre molta in tutte le gare. Noi per quanto ci riguarda siamo partiti bene sin dal principio. Al primo giro del Liburna eravamo in testa e alla fine siamo riusciti ad ottenere un terzo posto. In Sardegna invece è stata un’odissea, prima la foratura, poi la rottura dell’idroguida ci ha messi fuori dai giochi molto presto. Siamo ripartiti convinti da San Marino, nella mia gara, e direi che è andata più che bene – sorride Ceccoli ricordando l’impresa – visto che abbiamo fatto la gara perfetta sia nel Terra che per l’assoluta. Rimane il rammarico per l’Adriatico perché ci siamo visti sfuggire il secondo posto, non per colpa nostra, proprio sugli ultimi chilometri di gara quando ormai sembrava cosa fatta. Al Nido poi penso che la posizione ottenuta sia un buon risultato dopo che avevamo iniziato con un mio errore e finito con una foratura che ci ha limitati nel finale. Arriviamo in piena corsa per l’ultima e siamo fiduciosi. La sfida del Tuscan a mio avviso si giocherà più sotto il profilo mentale. Sarà una gara molto impegnativa, siamo tutti e tre in tre punti di distanza in classifica quindi sarà fondamentale rimanere concentrati ad ogni passaggio e non commettere errori.

 

DANIELE CECCOLI – PIERCARLO CAPOLONGO (VERMENTINO 2018)
NICOLO’ MARCHIORO – MARCO MARCHETTI (VERMENTINO 2018)
MAURO TRENTIN – ALICE DE MARCO (VERMENTINO 2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *