Ogier fiducioso dopo il primo test con Citroen: "C'è potenziale"

Il francese ha tratto buone indicazioni dopo il primo assaggio con la C3 Wrc

In un periodo avaro di gare e con la stagione agonistica ormai sulla via dl tramonto, a tenere acceso l’interesse intorno al mondiale rally ci hanno pensato i primi test ufficiali di Sebastien Ogier con la Citroen C3 Wrc.

Il sei volte campione del mondo, reduce dalla conquista del sesto titolo mondiale consecutivo, si è infatti recato in Portogallo nella regione dell’Algarve per svolgere una due giorni di prove al volante della vettura con cui prenderà parte alla prossima stagione del campionato del mondo. Un test programmato appena dopo il weekend trionfale del Rally d’Australia, e che ha visto Ogier ed Ingrassia tornare a vestire i colori della casa di Satory dopo sette anni. Quello svoltosi nel corso della settimana passata non è stato tuttavia il primo assaggio del pilota di Gap con la macchina francese, considerando il primo test in gran segreto svolto pochi giorni dopo la firma. E come in quella occasione, Ogier si è dichiarato soddisfatto, esprimendosi in maniera molto fiduciosa sul suo imminente futuro:

E’ una sfida interessante e credo ci sia potenziale. Proveremo a scrivere una bella storia, ma non potremo farlo da soli. Questi sono stati solo i primi giorni con la nuova vettura, perciò da questo momento sarà importante capire cosa va bene e cosa c’è da migliorare, cercare di lavorarci per essere pronti per il via della stagione 2019. In questi test abbiamo lavorato in particolare sugli ammortizzatori e sugli aspetti più importanti della vettura in modo tale da avere un’indicazione su come lavorare. Per esempio ci sono ancora alcune aree su cui sarà necessario fare delle valutazioni, una su tutte il differenziale. Tuttavia il mio feeling con la vettura non è stato male e sono sicuro che troveremo la giusta quadra rapidamente.

Ogier ed Ingrassia dovrebbero tornare al volante della C3 Wrc a fine mese, quando svolgeranno una due giorni di test nel sud della Francia sulla Alpi francesi per iniziare a preparare il Rally Monte Carlo 2019. Una gara che, dopo cinque successi consecutivi, li vedrà al via di una nuova ed affascinante sfida. Dovessero vincere anche nel 2019, i due eguaglierebbero il record di sette vittorie di Loeb-Elena nella mitica gara monegasca, ma soprattutto inizierebbero nel migliore dei modi la loro avventura verso un mondiale che potrebbe consegnarli ancora più alla storia di questo sport. E con il team sulla carta meno indicato nei pronostici, esattamente come accaduto con M-Sport in questi due anni, la sfida sarà ancora più elettrizzante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *