CIR - Statistiche, numeri e curiosità sul CIR 2019

Tutte ma proprio tutte le statistiche sulla stagione tricolore 2019

Come da tradizione, a fine anno è tempo di bilanci…e di numeri. Oggi prenderemo in esame quelli del Campionato Italiano Rally 2018, che ha visto il trionfo del Toscano, Paolo Andreucci navigato da Anna Andreussi con la Peugeot 208T16 R5.

8 le gare del CIR in programma, che hanno coinvolto 7 Regioni: Toscana, Liguria, Sicilia, Marche, Lazio, Veneto e San Marino. Gli iscritti sommando tutte le otto gare sono stati 459 (nel 2017 erano 379), per una media di 57 ad evento (nel 2017 erano 47). La gara con più iscritti è stata il Rally di Roma Capitale con 66 al via, mentre quella con meno risulta il San Marino con 47 partenti.

Si sono alternati 5 vincitori: Con 3 vittorie troviamo Paolo Andreucci (Ciocco, Sanremo e Elba) con una vittoria a testa troviamo Luca Rossetti (Due Valli), Daniele Ceccoli (Rally di San Marino), Umberto Scandola (Rally Adriatico) e Giandomenico Basso* (Rally Roma Capitale)

Per quanto riguarda i numeri sulle Prove Speciali vediamo che si sono corse 106 PS con i seguenti vincitori: Andreucci Campedelli con 16 prove vinte, Scandola 13 prove, Nucita Crugnola 10 prove, Rossetti 7, Lindholm 4, Michelini 3, quota 2 per RusceCeccoli, Marchioro Scattolon. Chiude con una prova speciale vinta Riolo, Panzani, Chentre Peitiranen.

Come chilometraggio si sono disputati 1.170,48 km di PSper una media di 146,31 km a gara. La gara più lunga è stato il Rally Roma Capitale  con 176,77 km disputati (Inizialmente figuravano 205,97 ma 28,6 non si sono corsi), mentre la più corta è il Rally Adriatico con un cronometrato pari a 109,61 km.

NB: I dati si riferiscono alle classifiche finali della gare, per Roma non tiene conto degli equipaggi esteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *