Pronta al debutto nel mondiale WRX la Skoda Fabia di ESmotorsport. Intervista con Fettingis, il general manager.

Esclusiva per i nostri lettori su un progetto che desta molta curiosità

Il campionato mondiale rallycross, dopo un quinquennio di costante crescita di audience e popolarità, si trova davanti ad un 2019 incerto, dopo i ritiri delle squadre ufficiali e dei due piloti piu’ amati e con l’incertezza costituita dall’elettrificazione della serie, prevista per il 2021.

Tuttavia, è proprio quando gli equilibri si rompono che nascono le opportunità, e per ogni squadra che lascia, altre sono pronte a prenderne lo scettro: come si dice “Il Re è morto, lunga vita al Re”.

Una di queste in particolare ha attirato l’attenzione dei media internazionali, la Esmotorsport, e noi di Rallyssimo siamo i primi in Italia ad avere avuto l’opportunità di intervistare Ramunas Fettingis, general manager del team. Sentite cosa ci ha detto.

Ramunas, so che sei appena rientrato dal Belgio dove state continuando a macinare km di test sul circuito di Mattet, che ne dici in introdurre la squadra e il progetto ESmotorsport agli appassionati italiani?

Tutto nasce dall’idea di Ernestas Steponkus, che ha corso diversi anni in classe S1600 e sentiva il bisogno e la voglia di crescere di categoria e la scelta pi ovvia erano le supercar. Solo che, essendo una persona con la mentalità vincente, ha capito che avrebbe avuto più possibilità di vittoria costruendo una squadra e rimanendo nel ruolo di team principal piuttosto che continuando come pilota. Due anni fa allora abbiamo iniziato a progettare e realizzare questo ambizioso progetto, con una macchina e un team tutto nuovo ma che è cresciuto di test in test.

A proposito di test, come è andata in questi giorni alla pista di Mattet con Kevin Abbring?

Kevin è il nostro tester e sviluppatore ufficiale. Siamo veramente fortunati ad averlo con noi ed è un asset fondamentale di ESmotorsport: credo attualmente sia il migliore collaudatore del mondo. E, anche se è ancora molto giovane, oltre al talento ha l’esperienza di essere stato tester per Hyundai e per VW ed è veramente capace di far crescere la nostra Fabia.

Giusto, Skoda Fabia WRX, team nuovo e macchina nuova. Ho letto che il motore viene da Oreca mentre il cambio è Sadev. Quanto ha in comune con la Polo o con la A1 WRX?

Si hai ragione, tutto il motore viene da Oreca, il cambio è sadev e le sospensioni sono Reiger. Invece il progetto è stato sviluppato in maniera totalmente indipendente anche se sappiamo che ci sono delle parti in comune con la A1, in quanto entrambe le auto sono state sviluppate partendo dallo chassis della Fabia S2000 per cui anche se le altre parti sono diverse, hanno qualcosa in comune….

Ma avete intenzione di schierare una macchina o due per il 2019?

Stiamo facendo il possibile per schierare due auto. Sicuramente partiremo con una, ma durante la stagione contiamo senza dubbio di schierare anche la seconda Fabia WRX. D’altra parte non abbiamo ancora firmato con nessun pilota per cui al momento non avrebbe senso pensare di partire con 2 auto. Su questo fronte stiamo lavorando moltissimo.

Parliamo appunto di piloti, abbiamo visto che a Mattet c’era anche Mads Ostberg e Nasser Al Attyah, cosa puoi dirci in merito? Non sarebbe più facile, per un nuovo team, cercare un pilota esperto di WRX?

Ci sono due motivi. Il primo è che i piloti del WRC sono molto conosciuti e quindi attirano l’attenzione dei media e degli sponsor, e questo è molto importante per un team privato e nuovo. Il secondo è che questi ragazzi sono tremendamente veloci!! Stiamo cercando un pilota che sia una faccia nuova per il WRX ma che sia in grado di lottare per vincere. Comunque Mads e Nasser sono solo 2 dei piloti che abbiamo contattato. Abbiamo avuto contatti anche con un rallysta italiano, uno conosciuto in Europa, ma non ha accettato dicendo che vuole rimanere nei rally (Basso forse? N.d.r.) . Altri 2 piloti del WRC che abbiamo contattato hanno contratti con team ufficiali per cui non posso fare nomi adesso. Magari per la seconda auto sceglieremo un pilota con esperienza nel WRX. Vediamo, abbiamo molti contati aperti.

Quest’anno sarà un anno particolare per il WRX, da un lato le case ufficiali abbandonano, per cui c’è il rischio di un crollo dell’attenzione, dall’altro avrete una reale possibilità di fare risultato al primo colpo. Un risultato incredibile per un team lituano .Cosa ne pensi tu?

Onestamente, abbiamo un ingegnere che viene dal team Audi WRX e durante il briefing con il team ho detto che mi piacerebbe andare subito in finale dalla prima gara, perché vedo un grande potenziale e lui mi ha detto che non dovevo pensare alla finale, ma che ci sono le possibilità di andare sul podio! Per quanto riguarda il team, l’investimento iniziale è stato fatto tutto con capitale lituano ma la nostra aspirazione è di essere un team europeo, solo in questo modo potremo progredire e diventare un punto fermo del campionato.

Un campionato di transizione, in questo caso, visto che andiamo verso l’elettrificazione. Confesso che non sono un fan dell’elettrico, ma è vero che il WRX, con le sue manche brevi è perfetto per sperimentare questo tipo di alimentazione, ESmotorsport pensa già a questa nuova fase?

Per ora ci saranno ancora 2 campionati con motori termici, un periodo troppo breve per una casa ufficiale, ed ecco perché si sono ritirate tutte, ma ottimo per noi per fare esperienza e farci conoscere e per poi continuare anche dopo il 2021. Per i prossimi due anni il WRX tornerà alle sue radici, fatte di team privati ma poi con l’elettrico i team ufficiali torneranno. Già due case hanno dato l’ok per mettere il budget necessario per il passaggio all’elettrico. Tutte le auto avranno chassis, motore, freni e sospensioni prodotte da Oreca mentre le batterie saranno fornite da Williams. Quindi si potrà personalizzare solo la carrozzeria e il software.

Un’ultima domanda: la Polo S1600 di Ernestas Steponkus è diventata famosa per la sua livrea, che fu scelta qualche anno fa anche per una delle vetture del popolare gioco DIRT, come sarà la Fabia WRX?

Sicuramente riprenderà i colori di ESmotorsport, ma poi ci saranno degli aggiustamenti finali a seconda degli sponsor personali dei piloti. Il design è molto importante per attirare l’attenzione sul team a 360 gradi e per questo ci siamo affidati ad un designer belga che collabora con molti team ufficiali. Ti posso mostrare alcuni rendering, anche se non possiamo renderli ancora pubblici.

Che dire, anche sulla livrea non posso che essere d’accordo con Ramunas Fettingis perchè la macchina è veramente bella e fa sembrare “vecchie” le Fabia R5 ufficiali!

Se va veloce per quanto è bella non ci vorrà molto per imporsi sul panorama mondiale. Ed è con questo in bocca al lupo che ci congediamo dal general manager di ESmotorsport, certi che sentiremo parlare molto presto e molto bene di questo team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *