WRC, M-Sport: dal Monte-Carlo con una marcia in più

Sviluppi importanti per la casa britannica pronta per questa nuova stagione

Dopo il divorzio del 6 volte iridato Sebastien Ogier, il team ha dovuto mettersi all’opera per alcune modifiche, a partire dal nuovo team principal Chris Millener ai nuovi sviluppi tecnici per preparare una vettura al meglio delle possibilità per presentarsi al mondiale 2019 con una marcia in più.

Come già annunciato nelle settimane precedenti la nuova prima guida del team inglese sarà Teemu Suninen, riconfermato dopo una stagione altalenante ma che comunque ha saputo dimostrare di essere competitivo in alcuni frangenti, alla seconda guida il veterano Elfyn Evans con Scott Martin alle note, fresco di divorzio con Craig Breen, e una delle nuove tante novità direttamente dal team Skoda Motorsport Pontus Tidemand, che verrà affiancato doverosamente dall’esperto co-driver Ola Floene.

Ma oltre a piloti e al team manager, cos’è realmente cambiato? Andiamo a scoprirlo insieme.

A partire dall’aerodinamica, una riconferma di quest’anno sono le bocchette poste dietro i passaruota posteriori già utilizzate a partire dal Rally di Finlandia scorso e che è stata mantenuta dal team nella seconda parte stagionale per colmare il gap con Toyota che si faceva sempre più pericolosa.  Proprio per questo miglioramento di set up del team di Tommi Makinen che anche M-Sport soprattutto col nuovo arrivo Chris Millener ha voluto anch’essa dare una rinfrescatina alle specifiche, a partire dagli ammortizzatori come abbiamo già visto nelle scorse settimane l’importante collaborazione con ZF Sachs, all’elettronica fino ad arrivare al motore. Proprio su quest’ultimo Ford si è soffermato maggiormente per conferirgli più cavalli e di conseguenza più potenza in fase di accelerazione e per i tratti nei quali esso girerà a bassi regimi.

Tutte queste modifiche apportate alla vettura sono state testate nei lunghi test svolti in questi mesi dai piloti, che ne sono rimasti entusiasti e che quindi sono state omologate per l’inizio di questa stagione che si prospetta molto competitiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *