Intervista esclusiva a Yaroslav Fedorov: "Sogno un team ufficiale"

Progetti passati e progetti futuri. Il co-driver di Nikolay Gryazin è molto ambizioso

Iniziata alla grande la stagione del co-driver russo Yaroslav Fedorov, portandosi a casa già due vittorie su due gare disputate in Norvegia nelle gare valevoli per il campionato nazionale, quella al Sigdalsrally e quella al Rally Finnskog affiancando oramai il suo driver di fiducia Nikolay Gryazin. Fedorov ha disputato già 4 stagioni con Gryazin, la prima nel 2015 a bordo di una Peugeot 208 R2 combattendosi nei rally dei campionati lettoni, estoni e lituani. Il debutto ufficiale sulla Skoda R5 è avvenuto al Rally du Valais valevole per il campionato europeo chiuso con un prestigiosissimo sesto posto assoluto.

Nel 2016 i due iniziano ad assaporare l’atmosfera vera e propria del campionato europeo facendo parlare molto di loro alternando le vetture 208 R2 e Fabia R5.

Dal 2017 al 2018 arriva invece per loro un vero e proprio programma completo su una vettura a quattro ruote motrici (Skoda Fabia R5) portandosi a casa anche qualche podio sia nella categoria Junior U28 sia nella classe maggiore. Il salto di qualità dei due russi viene apprezzato soprattutto da SRT, che ha seguito l’equipaggio russo già dal 2015 e con il quale andrà ad affrontare il campionato del mondo WRC2 proprio quest’anno col debutto ufficiale al rally di Svezia. Stiamo parlando quindi di un co-driver con un grande bagaglio di esperienza quindicennale alle spalle che a Nikolay Gryazin potrà sicuramente servire per fare bene nei prossimi anni a venire.

Sentiamo quindi Yaroslav che cos’ha voluto dirci in questa intervista esclusivi:

Come e quando ti sei avvicinato al mondo del rally?

Il mio debutto nei rally è stato nel 2005, era una gara del Campionato Invernale Russo. La macchina era la LADA VAZ 2108 – era il premio per quanto fatto nella stagione 2004. Ero felicissimo.

Il 2018 è stata una stagione molto intensa, condita da grandi vittorie. Con quali sentimenti hai vissuto la stagione?

Prima di tutto è un sentimento di orgoglio e gratitudine per tutta la squadra, perché questo è il risultato di un grande e duro lavoro durante tutta la stagione. 

Quali sono i programmi per questa stagione?

Il calendario principale sarà 9 round europei WRC (tranne Monte Carlo). Per ogni gara cercheremo di prepararci con test e rally locali con superficie e strade comuni – per esempio, prima del WRC Svezia abbiamo il raduno di Sigdalsrally e Finnskog in Norvegia; prima dell’asfalto ci saranno alcuni round del campionato italiano, ecc.

Qual è stato il momento più bello e più difficile della tua carriera?

Uno dei migliori rally con Nikolay è stato “Rally Talsi – 2017”, dove abbiamo avuto una grande lotta con Kalle Rovanpera su ogni palcoscenico e l’abbiamo vinto con 0,8 secondi complessivi !!! Anche la prima vittoria generale dell’ERC a «Liepaja – 2017» e «Liepaja – 2018», dove siamo diventati campioni U-28, è molto importante per noi, perché è come «il rally di casa» per noi e SRT team e abbiamo molti fan lì. Riguardo ai rally difficili, posso dire che ognuno di loro ci rende più forti e più veloci – analizziamo solo tutti gli errori.  Ma «ERC Acropolis Rally – 2017» non è stato certo il massimo per noi – eravamo in testa nel complesso, ma dopo la SS-5 la nostra auto si è completamente bruciata, a causa di problemi con il serbatoio del carburante.

Qual’è, per te, la massima ambizione?

Certo, il sogno è il titolo di WRC, ma lascia che sia realistico – in questo momento il nostro obiettivo è quello di mostrare cosa possiamo fare con la prima stagione WRC-2 che sarà molto difficile, e, forse, ottenere il posto in uno dei team ufficiali. E poi vedremo.

Un grande grazie a Yaroslav per la disponibilità e averci dedicato il suo tempo! E in bocca al lupo per la stagione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *