Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Tempo

3 MIN

Storia del Rally di San Marino

Ripercorriamo la grande storia del Rally su terra più prestigioso del campionato italiano rally

Parliamo oggi di un Rally del CIR e ricordiamo qualche data e appuntamento storico di questo splendido rally giunto all’edizione n. 48! Il Rally di San Marino è uno dei rally più belli, serrati e combattuti in Italia. Si corre nelle colline Sammarinesi (prese in prestito dalla vicina Romagna e dalle Marche) lungo strade bianche e sterrate ed è da sempre conosciuto come una gara tecnica e selettiva che costringe gli equipaggi ad un grande lavoro.

Da sempre San Marino rappresenta uno snodo fondamentale nella corsa ai vari titoli delle serie tricolore, quasi una rampa di lancio verso la conquista dello “scudetto dei rally”.

Ma andiamo a dare qualche dato.

1970 è l’anno in cui si disputò il primo rally di San Marino e il primo a trionfare fu Cavallari alla guida di Porsche 911.

Nell’albo d’oro abbiamo un pilota sammarinese a vincere il Rally a lui casalingo; parliamo di Ercolani Massimo.3 vittorie con 3 vetture diverse, Lancia Rally 037 nel 1985, Lancia Delta Integrale nel 1991 e infine Subaru Impreza nel 1996.  Nel 2018 tocca al pilota di casa Daniele Ceccoli su Skoda Fabia aggiudicarsi la gara. Una vittoria storica che riporta un pilota sammarinese sul gradino più alto del podio dopo oltre 20 anni (l’ultimo era stato Massimo Ercolani).

Maggior numero di vittorie le hanno segnate Longhi Piero e Paolo Andreucci.  Per Longhi  5 vittorie la prima nel 2000 con Toyota Corolla, seguono 4 vittorie consecutive dal 2005 al 2008 tutte alla guida di Subaru Impreza. Paolo Andreucci porta a casa la vittoria prima nel 2001 a bordo di Ford Focus poi due consecutivi nel 2009 e 2010 con Peugeot 207 e infine nelle ultime due edizioni Peugeot 208.

Seguono con 4 vittorie due piloti italiani. Parliamo del romagnolo Andrea Navarra vincitore nel 1994 con Subaru Impreza, nel 1999 al volante di Ford Focus e poi 2 vittorie tornando alla guida di Subaru Impreza e parliamo del 2003 e 2004.

Dal 2010 al 2013 la gara diventa di rango europeo e vede tra i protagonisti grandi nomi della rallysmo internazionale moderno. Su tutti un giovane Andreas Mikkelsen che vince la gara nel 2011 e nel 2012 da vita ad una furibonda battaglia con Giandomenico Basso che riuscirà a spuntarla.

Nell’anno 2016 è stata vinta da colui che conquistò poi il titolo di campione, Giandomenico Basso a bordo di Ford Fiesta R5 del team BRC, che da quella gara, approfittando dell’uscita di Andreucci, diede inizio un’escalation di grandi risultati che lo hanno portato alla vittoria finale sul palco di Verona.

2017 di gloria per Umberto Scandola dopo una due giorni avvincente di gara con la sua Skoda Fabia R5 sempre performante nella difficile terra sammarinese. Il veronese si riafferma anche nel 2021 con la Hyundai i20 R5.

Nel 2019 la gara viene “declassata” al campionato italiano rally terra e registra la vittoria dell’equipaggio francese composto da Stephane Consani e Thibault De La Haye con la Skoda Fabia R5. Il francese sarà autentico dominatore della serie dedicata ai sassi e polvere. Altra vittoria straniera nel 2020 con Marquito Bulacia

Una gara di grande storia e tradizione, che ha saputo mantenere intatte alcune caratteristiche che la rendono ancora oggi una delle gare su terra più belle del panorama nazionale ed internazionale.

Mostra commentiChiudi commenti

Lascia un commento

Rallyssimo.it – TESTATA GIORNALISTICA
Iscrizione autorizzata al Registro Stampa del
Tribunale di Rimini N° 6 del 19/11/2019

Iscriviti alla Newsletter

RALLYSSIMO © 2022 – The SpaceWeb Agency The Space