Luca Bortot

15 anni, grande appassionato di rally, cronoscalate e di tutto ciò che abbia un motore.

Il giovane 29enne di San Nicolò (Emilia Romagna), protagonista nel 2016 in Francia nell’ ambito del Volant Peugeot, campionato monomarca ideato da Peugeot con lo scopo di scovare nuovi talenti attraverso una serie di gare sia su asfalto che su terra a bordo delle Peugeot 208 R2 (l’ Italiano ha colto un ottimo quarto posto finale), quest’anno ha visto nei suoi programmi la partecipazione al CIWRC, trofeo Michelin, con la 208 R2 che tante soddisfazioni gli ha dato in Italia e all’ Estero, culminate con l’ ottimo quattordicesimo posto assoluto al Rally 1000 Miglia, primo di R2 in mezzo a tante auto di categoria superiore.

Paolo Oriella, pilota 33enne di Bassano del Grappa, per la stagione 2017 ha deciso di puntare in alto, grazie ad una fantastica Citroen DS3 R5, dopo gli ottimi risultati ottenuti con la Peugeot 207 S2000 nelle scorse stagioni, ma il CIWRC non è iniziato come avrebbe dovuto: Al rally 1000 Miglia è arrivato il ritiro per il Veneto con la sua DS3 attanagliata da problemi tecnici.
Ora è tempo di Rally della Marca, e il Veneto spera di ottenere un buon risultato, contro avversari di alto livello, supportato come sempre dai suoi sponsor quali “Osteria Robevecie”, “Fami Storage Systems” e “Unipol Assicurazioni”.
Il pilota sarà come di consueto affiancato dalla navigatrice Veneta Sandra Tommasini.

Il Rally della Marca è fondamentale per noi in ottica campionato, dobbiamo recuperare dopo lo  stop del 1000 e cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile.
La macchina è fantastica, le prove davvero difficili, divertenti e spettacolari e dovremo battagliare contro avversari di assoluto livello, ci vediamo in PS!

Davide Cibien e Lorenzo Bogo, i due giovani Bellunesi che si sono catapultati nel  CIWRC con una Peugeot 106 N2, avevano iniziato bene la stagione con un ottimo tempo nella prova spettacolo del Rally 1000 Miglia, ma all’ indomani, sulla prima speciale della giornata (PS2-Barghe) si è verificato un problema sulla piccola Peugeottina (si è bruciata una bobina) che di fatto gli ha messi fuori dai giochi fin dall’ inizio.

Giuseppe Testa è pronto per il terzo appuntamento del CIWRC 2017, il Rally Della Marca, dopo il crescendo nei risultati delle prime due gare.
Il giovane Molisano, campione italiano junior 2016, sarà affiancato del Sanmarinese Massimo Bizzocchi, e guiderà la consueta Ford Fiesta WRC evo2016 supportato da Ford Racing Italia.
Il pilota di Cercemaggiore per ora è quinto nel Campionato Italiano WRC, con un buon settimo posto al Rally Elba e un sesto al 1000 Miglia, sempre con un feeling in crescita e con tempi in migliorando avvicinandosi sempre di più ai primi, cosa comunque molto difficile vista la sua poca esperienza sulle World Rally Car rispetto a quella dei suoi avversari.

L’ 11° Rally Di Alba, valido come Rally di Coppa Italia di zona 1, ha visto la vittoria, o meglio, il dominio di Alessandro Gino, navigato da Marco Simone Ravera, e della sua Ford Fiesta WRC.
Nove le speciali in programma per il rally Cuneese, e ben 127 gli iscritti, tra i quali un buon numero tra Wrc, R5, s2000 con nomi celebri al via come appunto Gino, Luca Cantamessa (Hyundai I20 R5), Marco Colombi (Skoda Fabia R5), Andrea Nucita (Peugeot 208 R5),Mauro Miele, padre di Simone(Ford Fiesta WRC) e Luca Rossetti (Toyota GT86 Cs-R3C), con il campione Italiano Giandomenico Basso presente in veste di Showman sulla prova spettacolo #RAshow sulla sua Hyundai I20 R5 che usa abitualmente nel Tour European Rally.

Non solo Rally d’Italia Sardegna questo week-end, che ha visto la prima vittoria in carriera per Ott Tanak, perché  anche in Emilia-Romagna e in Piemonte i motori si sono accesi con il 38° Rally Città di Modena e il 53° Rally delle Valli Ossolane.

Tra gli oltre 90 iscritti del Rally delle Valli Ossolane, un nome su tutti: Andrea Crugnola (Ford Fiesta R5).
Crugnola-Solari, i due Varesini, non hanno avuto difficoltà a vincere dominando tutte le speciali nonostante la contrapposizione di nomi altisonanti quali Davide Caffoni, Marco Laurini, Simone Fornara, Fabrizio Margaroli, Massimo Margaroli e Gregoire Hotz (Tutti su vettura R5), con proprio Caffoni ritirato nelle prime fasi di gara e Fabrizio Margaroli l’ unico a cercare di tenere il passo della Fiesta R5 D-Max Racing Team che però ha imposto il suo dominio.

Loro sono due ragazzi bellunesi, Davide Cibien, di Limana, pilota per hobby (ma con grande passione e tanti risultati), 25 anni, con una enorme passione per i Rally e le Cronoscalate, e Lorenzo Bogo, 36 anni, navigatore come hobby, e anch’ esso con una grande passione, che gli ha portati tra le altre cose a correre il Pirelli Rally in Finlandia l’anno scorso a bordo di una Opel Astra.

Nel paese di Sarnano (Macerata),fortemente colpito dal terremoto dell’ estate scorsa con epicentro ad Amatrice, questo weekend gli abitanti del paesino hanno accolto con piacere  “l’ invasione delle auto da corsa” che ha colpito il loro paese, un invasione di 156 macchine, piloti, meccanici e addetti vari, che ha cercato di riportare di nuovo il sorriso ad una popolazione rimasta in ginocchio dopo Agosto scorso.

Si è concluso il Rally Portogallo 2017 in questa calda giornata di primavera, dopo un weekend torrido che ha messo a dura prova piloti e motori.
Questa ultima giornata prevedeva quattro prove in programma, di cui due passaggi sulla famosa “Fafe” e il suo grande salto, per un totale di 42km di ps nella giornata.

Nella scorsa settimana il circus europeo delle cronoscalate era approdato in Portogallo, con la vittoria netta di Faaggioli ed un ottimo secondo posto per Merli nella 38 Rampa Internacional de Falperra.
Oggi invece, al Fito in Spagna, nel terzo appuntamento con questo fantastico campionato le posizioni dei due fenomeni si sono invertite di nuovo e Christian Merli ha fatto tornare la sua Osella FA30 Fortech sul gradino più alto del podio.

A volte nella vita capitano cose davvero inaspettate:  può arrivarti una multa, una notizia pessima o una delusione incolmabile, ma, a volte, capitano anche cose belle, come è successo a me.