Mirko Placucci

Sarà Raimund Baumschlager  il primo pilota che si metterà alla guida della Volkswagen Polo R WRC clienti in configurazione 2016 per un evento ufficiale.

La Volkswagen, aveva annunciato che avrebbe messo in vendita le auto WRC. Così è stato e a farsi avanti per primo, dopo le voci Al-Attiyah, è stato il famoso collaudatore Skoda.

Il secondo posto assoluto del portacolori della Movisport é stato il bis nella gara “di casa”, dopo quello del 2015, un rally al quale ha sempre partecipato con forti stimoli, sempre affiancato da Michele Perna, stavolta sulla Ford Fiesta R5 del Team Erreffe, la vettura che lo accompagnerà per tutta la stagione nell’International Rally Cup.

Non è cominciato nel migliore dei modi ed è terminato ancor peggio l’avventura nel CIR per Umberto Scandola e per il team Skoda Motorsport. Se la prima tappa, dopo la penalizzazione, si era conclusa con un quarto posto che traspariva ottimismo, la seconda ha dato un brutto colpo al pilota veronese che era sceso in strada la domenica con tanta  voglia di riscattare la quarta posizione. Infatti, dopo qualche km della prima delle quattro prove, sopraggiunge inaspettato un problema al differenziale anteriore, che impone il ritiro a Umberto Scandola e Guido D’Amore.

I giochi sembravano fatti. L’ennesima vittoria al Ciocco dell’esperto e fortissimo Paolo Andreucci sembrava scontata. Dopo la vittoria nella prima tappa del primo evento stagionale, sembrava certa anche quella del secondo giorno. Ma le cose sono andate diversamente e il toscano a bordo di Peugeot 208 T16 non è riuscito ad allungare il suo record di vittorio nell’evento toscano.

Comincia al meglio l’avventura per Luca Panzani nel CIR. Al Ciocco, prima prova della stagione tricolore, il pilota di Lucca, affiancato da Federico Grilli ha chiuso settimo assoluto al debutto con la Peugeot 207 S2000 gommata Hankook del Team BalBosca.

Prima esperienza assoluta con vettura a trazione integrale per l’attesissimo pilota di casa Panzani.

Il portacolori della ART Motorsport,  ha cercato il miglior feeling con la vettura e con il set-up imposto dagli pneumatici a lui nuovi. Panzani ha girato costantemente nella top ten assoluta e con ottimi riscontri cronometrici in linea con le vetture classe R5.

Ma andiamo a sentire i commenti al termine della sfida da parte di Panzani:

Siamo soddisfatti, estremamente soddisfatti. Conoscendo la gara del Ciocco, ma essendo la prima con la nuova vettura e gli pneumatici, non mi sarei mai aspettato di finire così bene. Certamente, i ritiri ci hanno favoriti nello scalare la classifica, ma le gare sono anche queste. La cosa più importante è comunque stato il lavoro sulla macchina, sul set-up e sugli pneumatici. Una dimensione tutta nuova che abbiamo sfruttato al meglio possibile. Non ci rimane altro che crescere. Abbiamo una buona base di partenza su cui lavorare e proseguire il trend di questo primo appuntamento. La squadra ha fatto un ottimo lavoro, la sinergia con Hankook ed i suoi tecnici è stata perfetto e il lavoro fatto a tutti i livelli lo ritengo un buon input per il futuro. Sono estremamente lusingato di avere potuto portare punti importanti a Peugeot per il Campionato Costruttori.

Comincia con una splendida  vittoria l’avventura di Orange1 Racing e Simone Campedelli nel CIR 2017.

Il pilota romagnolo centra il primo trionfo in carriera che equivale con la gara d’apertura del CIR col Rally del Ciocco, evento che non disputava dal 2013. C’era pure la novità Pietro Ometto, subito a suo agio in questo esordio ai massimi livelli, e con la Ford Fiesta R5 Brc in versione alimentata a benzina.

Prima giornata di gara al Rally Il Ciocco è andata all’equipaggio Peugeot composto da Paolo Andreucci e Anna Andreussi. Vittoria meritata per i piloti a bordo di 208 T16 R5.

La gara è proseguita con le ultime 3PS serali che sono cominciate con la PS11, la “Gragnanella 2” di 6,45 km. Ottava vittoria di speciale per Ucci che, ormai come da copione, viaggia dritto spedito verso la vittoria di gara 1. Alle sue spalle il solito Campedelli sempre più secondo, ma inerme ai tempi del Garfagnino.
Il terzo posto è tornato ad essere posizione ambita da diversi piloti perché Perico pare faticare e Scandola si fa sotto arrembante nonostante il minuto di penalizzazione. Il veronese ha tra l’altro approfittato della penalità (1 minuto e 40 secondi) inflitta a Nucita. Il siculo non è riuscito a entrare in tempo alla speciale a causa della rottura della trasmissione della sua Fabia R5. Di conseguenza ha ceduto la posizione mentre si stava sostituendo il cambio e quindi dire addio ai sogni di gloria e quindi di un possibile meritato podio.
Avanzano di una posizione così Rudy Michelini, “Ciava” ed Elwis Chentre. Il trio che in giornata è stato spesso in lotta tra loro ha preso le distanze l’uno dall’altro.

La serata è proseguita con la PS12,  San Rocco 2 di 13,20 km. Colpo di reni di Simone Campedelli che, con la sua Ford Fiesta R5, mostra ad Andreucci che è ancora in gara. Il romagnolo, grazie alla stupenda prestazione si porta a soli 4 secondi e 7 dal leader toscano. Degna davvero di nota la prova di Simone, preciso e veloce nella speciale più lunga.
Lotta a tre per il gradino tre del podio. Perico, Scandola e Michelini, l’ultimo francobollato al veronese che dista di 4 secondi e mezzo dal primo. Terzo posto ancora tutto da decidere anche perché Alessandro Perico ha mostrato parecchi limiti col buio.
Nonostante la penalizzazione subita nella PS precedente, Andrea Nucita è riuscito a tornare tra i primi 10, più precisamente all’ottavo posto nella graduatoria generale.

Giornata conclusa con la PS13, “Noi TV 2” di 1,90 km. E’ ancora Campedelli a suonare la carica, vince l’ultima speciale davanti ad Umberto Scandola e a Paolo Andreucci che porta casa la prima tappa con un vantaggio di 3,4 secondi proprio sul romagnolo di Orange1. Nonostante l’ottimo tempo del veronese della Skoda, è Alessandro Perico a completare il podio. Quarta piazza quindi per Scandola che ha preceduto Michelini e Ciava. Nucita nonostante il quarto posto si è mantenuto in ottava postazione a causa della penalità.

Domani nuovo giorno, nuova gara con il rientro del giovanissimo Kalle Rovanpera.

Ecco finale della tappa

 

 

 

Un Andreucci sempre più padrone del Ciocco. Dopo i problemi a Scandola, la lotta per la leadership è incentrata solamente su due piloti, ovvero Paolo Andreucci con Peugeot e Simone Campedelli con la Ford Fiesta. Andiamo con ordine, la prima parte di gara è terminata con la PS7, la Ciocco 2 di 2,38 km, dove Simone Campedelli vince la prova, stacca il miglior tempo e riapre le sorti dei giochi.

Hayden Paddon, pilota ufficiale Hyundai Motorsport, ha fatto sapere tramite la sua pagina social, che prenderà il via al secondo impegno stagionale del Campionato Italiano Rally. Più precisamente, l’evento interessato sarà il Rallye di Sanremo 2017, inserito nel calendario della manifestazione dal 29 marzo al sabato 1 aprile. Il “Kiwi” di casa Hyundai prenderà parte alla gara al volante della piccola di Alzenau, ovvero la Hyundai i20 R5. Il neozelandese, già impegnato nel mondiale WRC presenterà una grande novità in questa gara italiana.  attivo nel Mondiale Rally con la squadra di Alzenau, sarà navigato da Seb Marshall, alla prima esperienza con Paddon, il cui affiancamento proseguirà anche nel WRC a partire dal Rally di Germania del prossimo agosto, rimpiazzando John Kennard, la cui ultima apparizione è prevista per il Rally di Finlandia.

Dopo il week end travagliato al Rally Guanajuato svoltosi in Messico il week end passato, Jari-Matti Latvala ha messo in evidenza i problemi avuti e i limiti della sua Toyota Yaris, tra cui il surriscaldamento del motore. Il finlandese ha  perso la testa della classifica WRC in favore di Ogier dopo il sesto ottenuto con la sua Yaris all’esordio su ghiaia.

XRACE SPORT é pronta a tuffarsi in una nuova e stimolante avventura sportiva, quella del Campionato Italiano Rally, che partirà questo fine settimana dalle strade del 40° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, in Toscana.

 Il sodalizio riminese ha in programma la partecipazione di una Ford Fiesta R5, esemplare gestito dalla modenese GB Motors, a sei appuntamenti su asfalto della corsa tricolore, partecipando quindi al Trofeo Rally Asfalto, con il pilota reggiano Antonio Rusce, affiancato dall’esperto Sauro Farnocchia.