Rallycross

La quarta prova del Campionato del Mondo FIA di Rallycross ha avuto un finale avvincente a Mettet (Belgio). Timmy Hansen, a lungo leader della finale, ha conquistato un brillante secondo posto: è il terzo podio consecutivo per il Team Peugeot Hansen. Terzo alla fine delle manche di qualificazioni, Timmy Hansen ha vinto in modo convincente la semifinale, confermando l’aumento di potenza delle PEUGEOT 208 WRX. Poi ha dominato la finale, prendendo con autorevolezza il comando della gara all’inizio del 3° giro. Una foratura poco prima dell’arrivo gli ha impedito di conservare il vantaggio.

E’ iniziato come era finito. Il campionato del mondo rallycross ha disputato il primo round della nuova stagione in quel di Barcellona sul circuito del Montemelò e, proprio come lo scorso anno, ad imporsi è stato il campione del mondo in carica Mattias Ekstrom. Lo svedese non ci ha messo molto a riprendere il ritmo, iniziando nel migliore dei modi l’annata che lo attende alla riconferma del titolo.

In occasione della prima manche del Campionato del Mondo FIA di Rallycross, Sébastien Loeb e Timmy Hansen tolgono il velo alla nuova PEUGEOT 208 WRX in configurazione 2017, auto che presenta una nuova livrea e un look decisamente aggressivo. La PEUGEOT 208 WRX presenta numerose novità rispetto alla vettura dell’anno scorso. Sono stati migliorati tutti gli aspetti, ma le modifiche più importanti si trovano sotto il cofano, con la comparsa di un nuovo basamento del motore. La vettura adotta la larghezza massima regolamentare e una nuova carrozzeria, che integra nuovi elementi aerodinamici. Ovviamente, anche gli ammortizzatori e le sospensioni sono stati oggetto di un’attenzione particolare.

Quello del 31 marzo – 1 aprile sarà un weekend di fuoco. Come se non bastassero il CIR a Sanremo e l’ERC alle Azzorre, anche il mondiale rallycross è pronto per una nuova emozionante e spettacolare stagione. Sul campionato che partirà sul tracciato del Montmelò a Barcellona (appositamente modificato nella sua parte finale per ospitare la competizione) le aspettative sono molto alte, ed è normale che sia cosi’ considerando la qualità e la quantità della entry list.