WRC - Storia del Rally di Estonia

Rally giovane dove Ott Tanak è il pilota con il maggior numero di vittorie

Torna il mondiale e torna dunque anche la rubrica “Storia del rally di…”. Oggi è il turno del Rally di Estonia, gara che si può definire molto giovane, con sole 11 edizioni all’attivo (considerando quella che si svolgerà quest’anno) alle spalle.

La prima edizione si svolse nel luglio 2010, e vide il successo di Markko Martin alla guida di Ford Focus RS WRC’03. Il podio fu completato da un giovane Ott Tanak in gara con una Subaru gruppo N e dal finnico Toni Gardemeister su Ford Fiesta S2000.

Nel 2011 e nel 2012, l’albo d’oro parlò norvegese, grazie all’esperto Mads Ostberg che vinse entrambe le edizioni a bordo di Ford Fiesta RS WRC. Nel 2011 fu accompagnato sul podio da Markko Martin e dal ceco Martin Prokop. Mentre nel 2012, ad occupare le due postazioni sotto furono Thierry Neuville con la Citroën DS3 WRC e Georg Gross al volante di Ford Focus RS WRC’08.

Nel 2013 la gara è sotto osservazione per un’eventuale ingresso nel Campionato Europeo Rally e vide il successo di Gross (Ford Focus RS WRC’08) su Karl Kruuda e sul russo Alexey Lukyanuk.

Nel 2014 assistiamo al debutto dell’Estonia nel Campionato Europeo. La gara fu vinta da Ott Tanak (Ford Fiesta R5). Con lui sul podio Lukyanuk e Timmu Körge. L’anno successivo, 2015,  fu Alexey Lukyanuk ad aggiudicarsi il rally (valido sempre per il campionato Europeo) al termine di una bellissima battaglia contro il polacco Kajto. Terzo chiuse Rainer Aus.

Il 2016 fu l’ultimo anno del Campionato Europeo in Estonia, la vittoria andò sorprendentemente a Ralfs Sirmacis. Il pilota lettone in gara con la Skoda Fabia R5 salì sul gradino più alto del podio accompagnato da Kajto e Rainer Aus.

Nel 2017 la gara non fu disputata, per poi tornare nel 2018 con rinnovate ambizioni. In quell’anno trionfò Ott Tanak con la Toyota Yaris, sul podio con lui salirono Hayden Paddon (Hyundai i20) e Craig Breen (Citroen C3).

Passiamo all’anno 2019, sempre Ott Tanak sugli allori. A fargli compagnia, Andreas Mikkelsen (Hyundai i20) e Esapekka Lappi (Citroen C3).

E’ ancora il pilota di casa Ott Tanak ad imporsi nella passata stagione (2020). L’estone vince e grazie alla seconda piazza ottenuta da Craig Breen, Hyundai porta a casa una grande doppietta. Sul gradino più basso del podio ci salirà Seb Ogier con la Toyota Yaris.  

Ott Tanak è dunque il pilota con il maggior numero di vittorie dell’evento.

Riuscirà l’idolo di casa ad allungare il gap con gli avversari oppure qualcuno scriverà per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *