L'incidente di Michelle Mouton al Rallye Montecarlo 1983 che aprì alla doppietta Lancia

Un video storico che ricorda un episodio decisivo di quell'edizione senza neve e con tanta strategia

Altri tempi, altre gare e ricordi epici di un periodo fantastico si alternano nella nostra mente se diciamo Rallye Monte-Carlo 1983. Trentuno prove speciali da disputare per quella prima gara della stagione 1983 che annoverava tra i suoi protagonisti tanti dei nomi che hanno fatto la storia del rallysmo mondiale.

Lancia schiera 3 equipaggi ufficiali: Alen-Kivimaki, Roehrl-Geistdorfer, neo-acquisto dall’OPEL, e Andruet-Biche. Una quarta “037” è affidata all’equipaggio Serpaggi-Neri. Tra le fila di AUDI invece Hannu Mikkola e quella Michelle Mouton che ormai era certezza e che non poteva essere più considerata rivelazione.

Ma sulla SS11 Le Moulinon da 38.00 km l’imprevisto. Il problema sembra uno stallonamento improvviso dell’anteriore sinistra che spinge l’AUDI Quattro verso il muro esterno e lo colpisce inevitabilmente. Michelle e Fabrizia Pons riescono a portare la macchina fuori dalla carreggiata e la gara prosegue.

Nel video è curioso osservare la meticolosità con cui Michelle torna nel punto esatto dove ha perso il controllo per cercare di avere le informazioni più precise possibile sull’accaduto.

A fine gara sarà Lancia a trionfare con Roehrl e Alen rispettivamente al primo e secondo posto, aggiudicandosi buona parte delle prove speciali ed approfittando del problema al compressore che mise fuori causa uno straordinario Andruet.

Una gara atipica, completamente senza neve, in cui il lavoro di ricognizione impostato da Lancia offre il massimo dei frutti e compensò lo svantaggio tecnico delle 037 rispetto alle QUATTRO con la trazione integrale. L’uso dei chiodi sarà determinante, unito alla grande capacità dei meccanici nel sostituirli con velocità.

Classifica Finale Rallye Montecarlo 1983

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *