Toivonen e la Ferrari: la sfortunata partecipazione al Rally San Marino 1983

Una foto ritrovata ci riporta a ripercorrere quella straordinaria partecipazione alla gara sul Titano

Inutile dire quanto ogni storia legata al nome di Toivonen assuma toni mistici e magici tra gli appassionati di rally. Per la sua grande storia incompiuta che lo ha trasformato in un’autentica leggenda. E così, sfogliando vecchi album rallystici di famiglia, mi imbatto in uno scatto fotografico che mi riporta indietro di molti anni, quando ancora non ero nato e quando Henri Toivonen figurava nell’elenco iscritti del Rally di San Marino. La mia gara di casa.

Siamo nel 1983, Henri viene da una firma biennale con il Team Rothmans che lo porta a guidare una ormai poco competitiva, Manta 400 contro le neonate 037 e Audi Quattro. Si vuole preparare al meglio per affrontare la nuova stagione 1984, che lo porterà a guidare la nuova 911, e decide di salire a bordo di una delle quattro Ferrari 308 GTB Gruppo B che Michelotto crea sotto benedizione del “Drake” Enzo Ferrari.

Lascia anche il suo fido copilota Gallagher, con cui aveva condiviso anche l’abitacolo del Talbot Sunbeam che tanto aveva fatto divertire il pubblico, sostituendolo con Juha Piironen. Tutto nuovo per il funambolico finlandese che decide di partecipare per la prima volta al rally di San Marino, valevole sia per il campionato europeo sia per il campionato italiano.

Contro di lui un elenco partenti agguerrito che porterà Henri a sfidare piloti del calibro di Biasion, Zanussi e Cunico che, con la potente Lancia 037, promettono di dargli parecchio filo da torcere.

Parte il rally e Toivonen è una garanzia. Dai racconti di chi ebbe la fortuna di vedere dal vivo quella gara fu da subito velocissimo, ma dopo pochi chilometri commise un errore. Colpì con violenza un chiavicotto dell’acqua, la scatola dello sterzo distrutta e non restò più nulla da fare.

L’avventura con il Ferrari finisce dopo poche prove speciali, parcheggiando la vettura nel piazzale di un cimitero in località Fragheto, piccolissima frazione di un comune ai confini tra Marche, Romagna e Toscana. Subito è circondato dai tifosi che tanto lo hanno sostenuto, ma che, in questo caso, poco possono fare.

Senza più Toivonen in gara, sarà un totale dominio Lancia che con un secco uno due firmato Biasion, Zanussi porterà la 037 griffata dalla celebre livrea del Jolly Club in cima al podio. Un San Marino sfortunato per le Ferrari: anche per il fratello Harri a bordo di una 308 GTB di gruppo 4 si ritira. Una totale debacle per il cavallino rampante.

Henri però, non si da per vinto e ci riprova nel Rally di Monza dello stesso anno sempre coadiuvato da Juha Piironen, ma niente da fare. Anche questa volta arriva un ritiro ed è proprio con questo zero in classifica che la piccola parentesi Ferrari di Henri giunse al termine.

Ringraziamo Gilberto Gabrielli per la foto che vi mostriamo nuovamente poiché inedita fino ad oggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *