CURIOSITÀ

La redazione di Rallyssimo, porge i migliori auguri di BUONA PASQUA a tutti i lettori. 

Per l’occasione ci concediamo 2 giorni di riposo e ripartiamo più carichi che mai da martedì 18 aprile.

15 anni e 6 giorni, Veneto.
Si, sono io, quello che esattamente un mese fa ha scritto il suo primo articolo da queste parti, su Rallyssimo.it .
Forse sono più giovane di quanto vi sareste aspettati, e  sono l’ unico qui a scrivere di Rovanpera, O.Solberg e Bulacia come personaggi più “grandi” di me.
La passione, quella grave malattia che da quando ti colpisce non ti abbandona mai, portandoti a sognare e sacrificarti solitamente per un “obbiettivo”.

Questo ragazzo che ha raggiunto lo scorso anno il tanto ambito trofeo terra oggi, martedì  4 aprile 2017 spegne 41 candeline. stiamo parlando di Daniele Ceccoli.

La redazione di rallyssimo augura un buon compleanno al driver sammarinese.

Sempre seguito e sostenuto da Germano Bollini (ex presidente della F.A.M.S.) in ogni gara e dal suo primo “fan” Loris Roggia (che è ancora tra noi, dopo la prematura scomparsa nel 2003 durante una gara) ne ha fatta di strada.

Partendo dall’ esordio nel 1999 al Rally dell’Adriatico, fino ad arrivare nel 2016 al Rally della Val d’Orcia che si posiziona al quinto posto aggiudicandosi i punti necessari per l’incoronamento da campione. Sempre alla guida della S2000 Skoda Fabia affiancato da due navigatori eccellenti Cristina Biondi e Piercarlo Capolongo. Il suo titolo ci ricorda il tanto ammirato Pucci grandissimo terraiolo.

Il modo migliore per festeggiare questo compleanno da campione sarà divertendosi a correre all’ultimo appuntamento della stagione Raceday questo sabato al Liburna.

Sul ritiro della VW dal WRC se ne sono dette tante. Dal ritiro a causa del DieselGate al dedicarsi ad altre discipline. E proprio su questa ultima ipotesi si è aperta una nuova parentesi e possibile spiegazione circa il ritiro di Volkswagen dal World Rally championship.

In due anni di questa avventura chiamata Rallyssimo ho visto crescere una miriade di cose. Ho visto crescere i numeri. Ho visto crescere l’interesse della gente. Ho visto crescere un gruppo di persone con cui, nella vita “vera” ci si incrocia di rado ma ci sente sempre per tentare di offrire contributo ad uno sport considerato minore dalla massa e definito immenso nella sua nicchia. Negli ultimi mesi invece ho visto crescere un sogno.

Spesso si parla di tecnicismi, potenza delle varie auto da rally. Più raramente ci si sofferma ad osservare semplicemente l’estetica. E invece anche l’occhio vuole la sua parte, come in tutte le cose. La livrea, insieme di colori, disegni, scritte, sponsor che contraddistinguono le vetture e sono sempre oggetto di grande dibattito tra gli appassionati. In questo articolo ho elencato quelle che più mi hanno fatto sognare negli anni e quelle che vediamo oggi. 

E’ un personaggio che ha dato molto al mondo dei rally e che ancora oggi, nonostante le difficoltà economiche che imperversano, ha una visione romanzata di tale sport, mandando avanti un team del tutto privato esclusivamente con le proprie forze e con la tenacia che soltanto un grande appassionato può avere. In due parole: Malcolm Wilson.