Erc: Lukyanuk out nel finale, al Rally delle Azzorre vince Habaj

Finale rocambolesco nel primo appuntamento europeo, con il polacco che sfrutta i guai del russo e coglie il primo successo

Un inizio davvero movimentato, in una gara contraddistinta da condizioni meteo avverse e prove speciali, come al solito, affascinanti a garanzia di spettacolo. E’ successo tutto questo al Rally delle Azzorre, primo appuntamento del campionato europeo 2019.

A vincere è statoi infatti il nome che non ti aspetti; stiamo parlando di Łukasz Habaj. L’esperto polacco, dopo aver preparato la sua stagione continentale nel campionato lettone, ha coronato al meglio un inizio di stagione semplicemente perfetto. La gara portoghese in realtà ha visto il nome del russo Lukyanuk in cima alla classifica per gran parte del suo sviluppo, ed anche con un margine esiguo. Ma si sa, il pilota russo e gli episodi sfortunati nei momenti cruciali sembrano avere un abbonamento dalla scadenza sconosciuta. Anche in questo round inaugurale, al debutto con la Citroen C3 R5, Lukyanuk ha gettato tutto alle ortiche con una foratura nella ps13, che lo ha fatto retrocedere al terzo posto. Oltre al danno è però arrivata anche la beffa, dato che nella stage successiva un guaio ai freni, dovuto probabilmente al fatto di aver proseguito sul cerchione per buona parte della stage precedente, ha causato la definitiva uscita del portacolori della Sainteloc Racing. Un ruzzolone mica da ridere il suo, conclusosi fortunatamente senza gravi conseguenze.

Ad approfittare di tutto ciò è stato proprio Habaj, bravo a non mollare mai e a giovare dei guai altrui per conquistare la prima vittoria stagionale. Una volta in testa alla classifica, il polacco non ha certo potuto dormire sonni tranquilli, dato che alla fine il gap dal più diretto inseguitore è stato di 8″4. Ricardo Moura non è quindi riuscito a replicare il successo nella gara di casa di tre stagioni or sono, chiudendo comunque con una prestazione solida. Dell’errore di Lukyanuk ha approfittato anche Chris Ingram, autore tuttavia di una gara non priva di sbavature conclusa sull’ultimo gradino del podio.

Il britannico ha preceduto il pilota di casa Bruno Magalhaes che, al debutto con la Hyundai i20 R5, ha condotto una gara in crescendo nella seconda tappa dopo un inizio piuttosto al di sotto delle aspettative. La i20 del portoghese ha interrotto il dominio Skoda, con quattro Fabia nei primi cinque posti. Ai margini della top five ha chiuso infatti Ricardo Teodosio, che ha chiuso al meglio con tre scratch nelle ultime tre prove. E’ stata invece una gara in chiaroscuro per Marijan Griebel che, nonostante qualche sprazzo di velocità, ha visto la sua gara rovinata da molte forature e problemi vari.

Parlando invece della classe Erc2, la prima vittoria dell’anno è andata a Juan Carlos Alonso con la loro Mitsubishi Lancer Evo X che ha avuto la meglio sul russo Remennik. Nell’Erc3 successo meritato per Efrén Llarena con la sua Peugeot 208 R2B.

Qui sotto la classifica finale del rally delle Azzorre 2019:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *