World RX Svezia - Rientro vincente per Johan Kristoffersson a Höljes

Colpo grosso dello svedese che in gara 1 porta a casa il massimo risultato

“A volte ritornano”. Proprio come nella serie di racconti horror di Stephen King, il primo round del Campionato Mondiale Rallycross 2020,  ha vissuto sull’incredibile strapotere del rientrante Johan Kristoffersson e della sua fida Polo RX. Neanche a dirlo, l’unico che sembra avere la velocità per provare a contrastare il campione del mondo 2017 e 2018 è un altro ex campione del mondo al rientro in gara: Mattias Ekström.

Le qualifiche sono andate via senza particolari sussulti, se non un principio di incendio sull’auto del giovane Rokas Baciuška (che poi si ritirerà in semifinale per un altro guasto tecnico); ma hanno subito messo in chiaro a chi fosse il grande favorito e chi il suo contender. Infatti Q1 e Q3 sono andate a Kristoffersson e la Q2 a Ekström. Se l’Audi S1 è sembrata decisamente rinvigorita dalle cure invernali del team JC KYB, La VW Polo R WRX è semplicemente apparsa dominante come nel 2018!

A proposito di questa Polo, molti tra gli appassionati non la riconosceranno con il maquillage da rallycross, ma si tratta niente di meno che dello chassis 21, utilizzato da Ogier nel 2014 e con il quale ha vinto quell’anno 4 gare del WRC, compreso il Rally d’Italia in Sardegna. Se pensiamo che quella stessa auto ha dominato nel mondiale rally e ancora oggi domina nel WRX, ci possiamo fare un’idea di quanto buono fosse stato quel progetto! 

Tornando alla gara, anche nelle semifinali la musica non è cambiata, con Kristoffersson e Ekström che si sono divisi i successi e sono andati in finale insieme a Timmy Hansen, Niclas Grönholm, Timo Scheider e Anton MarklundSe la pista è andata asciugandosi per la maggior parte della giornata, una finale bagnatissima  ha invece impegnato a fondo i piloti, che hanno impiegato qualche curva per capire che la guida più redditizia sarebbe stata quella in punta di dita. Ne sa qualcosa Marklund, trovatosi a fare da passeggero mentre la sua Megane scivolava sull’acqua e andava a colpire la 208 di Timmy Hansen che, incolpevolmente, si è trovato fuori dai giochi per la vittoria alla seconda curva.

Tolto questo momento drammatico (soprattutto per Timmy che, pare, a fine prova si sia lasciato andare a qualche lacrima), la gara è proseguita senza particolari traumi con Kristoffersson che faceva gara a se e Ekström che pesava al bottino di 26 punti che avrebbe portato a casa. Chiude il podio della finale Timo Scheider con gli altri a seguire. 

In effetti, a giudicare da questa prima giornata di gare, mi sembra che un po’ tutti i piloti abbiano evitato di strafare. Questo un po’ perché, con la nuova formula di gara, domani si riparte da zero e distruggere l’auto vorrebbe dire potenzialmente segnare non uno ma due zero in classifica, e un po’ perché nessuno sa quante gare verranno realmente disputate e, in questo clima di incertezza, è sempre meglio mettere fieno (punti) in cascina.

A proposito di punti, ecco la classifica dopo la prima gara:

 

PILOTA PUNTI
Johan KRISTOFFERSSON 30
Mattias EKSTRÖM 26
Anton MARKLUND 20
Timmy HANSEN 19
Niclas GRÖNHOLM 18
Timo SCHEIDER 17
Robin LARSSON 15
Kevin HANSEN 13
Krisztian SZABO 10
Sebastian ERIKSSON 10
Rokas BACIUSKA 7
Timur TIMERZYANOV 6
Andreas BAKKERUD 4
René MÜNNICH 3
Jani PAASONEN 2
Guerlain CHICHERIT 1
Liam DORAN 0

Domani si riparte poco dopo le 10 con la Q1 di gara 2. Gli svedesi saranno ancora favoriti ma le mutevoli condizioni meteo e la possibilità di spingere a fondo, potrebbero cambiare improvvisamente le carte in tavola. Per chi vuole seguire la gara in diretta, vi ricordiamo che è possibile farlo attraverso la pagina FB della FIA World Rallycross Championship

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *